Volley femminile, Olimpiadi Rio 2016 – Le pagelle dell’Italia: ko Serbia, azzurre con luce spenta. Si salva Egonu da opposto, perché Lo Bianco in panca?

Paola-Egonu-Italia-volley-Grand-Prix.jpg

Stanotte l’Italia è stata sconfitta dalla Serbia al debutto nel torneo di volley femminile valido per le Olimpiadi 2016. Al Maracanazinho di Rio de Janeiro la nostra Nazionale è durata solo un set poi alla lunga è crollata sotto i colpi delle indemoniate Boskovic e Mihajlovic, oltre che sul servizio di Rasic.

Le azzurre hanno avuto una possibilità concreta per ribaltare le sorti di un match che pareva già segnato in partenza considerando la differenza di valore tecnico che sussiste tra le due formazioni. Sul 24-22 del primo set, infatti, il sestetto di Marco Bonitta ha avuto la possibilità di portarsi al comando. Con delle ingenuità e degli errori importanti ha permesso alle slave di annullare i set-point che ne hanno poi approfittato per chiudere i conti in loro favore.

Abbiamo steccato in ricezione dopo un primo set di qualità dove anche il servizio era eccezionale. Venuti a mancare questi, oltre a una solida ricezione, la Serbia ha avuto vita facile. Ha lasciato perplessità anche la scelta di Bonitta di risparmiare Lo Bianco, schierando Orro come titolare in cabina di regia.

Sembriamo essere sì in crescita ma ormai siamo ai Giochi Olimpici e ci si aspetterebbe un gioco più fluido. Manca ancora solidità nei fondamentali, abbiamo sbagliato in ricezione nel corso del terzo e del secondo set. Di seguito le pagelle delle azzurre scese in campo.

 

CLICCA SU PAGINA 2 PER PAOLA EGONU

 

One thought on “Volley femminile, Olimpiadi Rio 2016 – Le pagelle dell’Italia: ko Serbia, azzurre con luce spenta. Si salva Egonu da opposto, perché Lo Bianco in panca?”

  1. Nany74 scrive:

    Sarà, ma a me non ha stupito la scelta di tenere in panchina la Leo, oramai Bonitta un po’ lo conosciamo no? Tanta discontinuità, questo ho visto. Con la Leo in campo il gioco era più vario e pulito, ma questo è evidente da sempre: Alessia sarà anche fortissima, ma deve crescere, come molte altre giovani azzurre. Certo che, usare un’Olimpiade per fare “addestramento”………………..mi fermo qui!!

Lascia un commento

Top