Volley femminile, Olimpiadi Rio 2016 – Italia, mai così male nella storia dei Giochi! I numeri

Italia-volley-Russia-Grand-Prix.jpg

L’Italia del volley femminile è stata eliminata dalle Olimpiadi 2016 direttamente nella fase a gironi. Non succedeva da Sydney 2000 quando le azzurre, al loro storico debutto ai Giochi Olimpici, conclusero la Pool B al quinto posto.

In quell’occasione Maurizia Cacciatori e compagne conquistarono però sette set: a Rio 2016, ben che vada (quindi battendo gli USA Campioni del Mondo e il Porto Rico con un doppio 3-0), il sestetto di Marco Bonitta ne porterà a casa massimo sei. Al momento, infatti, Antonella Del Core e compagne hanno incassato un triplo 3-0 da Serbia, Cina e Olanda.

In Australia le ragazze di Angelo Frigoni batterono il Perù per 3-0 e persero all’esordio contro la Corea del Sud al termine di un tie-break pazzesco concluso 27-25. All’ultima giornata l’Italia si giocò il passaggio del turno nello spareggione contro la Germania ma perse per 3-1. In mezzo il ko contro la Russia (3-1) e il 3-0 che ci rifilò Cuba, la squadra che poi si laureò Campionessa Olimpica. Speriamo che a Rio 2016 possa arrivare almeno il successo su Porto Rico per non chiudere con un mesto 0 nella casella delle partite vinte.

 

Nelle ultime tre edizioni a cinque cerchi l’Italia è sempre stata eliminata ai quarti di finale. Ad Atene 2004, dopo un girone da urlo (quattro vittorie per 3-0 contro Corea del Sud, Giappone, Grecia e Kenya oltre alla sconfitta al tie-break contro il Brasile), le ragazze di Marco Bonitta persero contro Cuba nel primo match ad eliminazione diretta. Un tie-break che ancora fa male, soprattutto considerando che Francesca Piccinini e compagne conducevano per 2-1 sulle Campionesse in carica, poi capaci di vincere il bronzo.

A Pechino 2008 l’Italia si presentava dopo aver vinto la Coppa del Mondo. Le azzurre concludono il girone al secondo posto, sempre alle spalle del Brasile dopo aver battuto la Russia per 3-1 e aver inflitto un triplo 3-0 a Serbia, Kazakhstan e Algeria. Il primo turno a eliminazione diretta si trasforma però in un incubo: ci aspettano, andiamo nuovamente avanti 2-1 e poi crolliamo al tie-break.

A Londra 2012 sbarchiamo dopo aver vinto la Coppa del Mondo e arriva ancora un secondo posto nel girone, questa volta nella Pool A alle spalle della Russia che ci sconfisse al tie-break nell’ultimo match della Pool A. In precedenza le azzurre di coach Barbolini si erano sbarazzate di Giappone, Repubblica Dominicana, Gran Bretagna, Algeria. Questa volta il quarto di finale sembra comodo, ma in una serata da incubo incappammo in una leggendaria Kim che trascinò la sua Corea del Sud verso un imprevedibile 3-1.

 

Lascia un commento

Top