Tuffi: Rio 2016 punto di partenza per Chiarabini-Tocci

Chiarabini.Barsukova.all_.Tocci_.Tocci_..tuffi_..foto_.lyubov.barsukova.fb_-1.jpg

Senza più Tania Cagnotto, che dopo il bronzo individuale da 3 metri ha confermato il proprio ritiro dall’agonismo, per l’Italia dei tuffi con Rio 2016 si è praticamente chiuso un lunghissimo ciclo ricco di vittorie e grandi ambizioni.

Il futuro non è nero come può apparire, perché il materiale umano c’è e tutti remano nella giusta direzione per tornare presto al vertice, ma è fuori di dubbio che nei prossimi anni parlare di medaglie olimpiche e mondiali sarà pressoché impossibile in chiave azzurra. Resteranno alla portata, invece, gli obiettivi europei, dove per esempio al femminile il livello generale è piuttosto basso, e la sensazione è che le principali gioie possano arrivare con il sincro maschile dal trampolino formato da Andrea Chiarabini e Giovanni Tocci.

Il romano è nato nel 1995, il cosentino ha un anno in più: in Brasile hanno chiuso al sesto posto battendo la Russia vice campione di tutto e la modesta coppia padrona di casa e presente solo in quanto paese ospitante. Con questo risultato i due azzurri – i più giovani in gara ma già con un programma pari a quello della Cina come coefficienti di difficoltà – si sono guadagnati la possibilità di prendere parte alle World Series 2017, notizia fondamentale e importantissima perché potranno continuare a crescere sia nell’approccio ai grandi eventi, sia sfidando le migliori nazioni del globo sia agli occhi dei giudici internazionali, dettaglio tutt’altro che trascurabile.

Tocci e Chiarabini, tra i più positivi dell’Italtuffi a Rio oltre ovviamente a Cagnotto e Dallapè, avranno dunque il compito di “trascinare” l’Italia nel prossimo quadriennio, continuando a lavorare insieme e puntando a quelle medaglie che già in Europa – visto l’elevato livello della concorrenza – significherebbero vertice mondiale. L’obiettivo, inutile nasconderlo, è già Tokyo 2020. Molto farà anche la testa: se Tocci da sempre è una garanzia, anche Chiarabini sembra ormai finalmente maturo. Avanti così.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Facebook Lyubov Barsukova

Lascia un commento

Top