Tuffi, Olimpiadi Rio 2016: Daley e i cinesi scaldano il motore! Eliminatoria super, fuori Verzotto

Thomas-Daley-tuffi-foto-facebook-fina-dpm.jpg

Thomas Daley 571.85, Qiu Bo 564.75, Chen Aisen 545.35: il livello pazzesco della piattaforma maschile, non a caso la gara regina che chiude il programma dei tuffi a Rio 2016, si evince già dai risultati dell’eliminatoria. In cui il britannico si prende pure quattro 10 e con un quadruplo e mezzo avanti da 103.60 mette in riga i due rivali cinesi che viaggiano alla media di 90 punti a tuffo. Al quarto posto, beffato da un errore proprio nel 109c, c’è il campione uscente, lo statunitense David Boudia, tutt’altro che deciso ad abdicare (496.55).

Salvo sorprese che potrebbero maturare nella semifinale di domani alle 16 italiane saranno loro quattro a giocarsi le medaglie a partire dalle 21.30. Le gare ravvicinate, però, potrebbero far aumentare la stanchezza. Vincerà chi avrà anche più resistenza, oltre ai soliti nervi saldi. Non ci sono eliminazioni eccellenti da questo primo turno, molto più godibile rispetto alle altre gare individuali. Chi rischia di più è l’altro americano Steele Johnson, argento nel sincro con Boudia, che però si salva ed è 18° (403.75).

Si ferma invece l’esordiente azzurro Maicol Verzotto, 28 anni, qualificato in extremis dopo il 19° posto della Coppa del Mondo che lo ha fatto penare – attesa fino a metà giugno – per l’assegnazione dei pass ancora liberi. Il bolzanino parte bene con 72 punti nell’avvitamento indietro ma poi trova più insufficienze che gioie, chiudendo con un erroraccio nel doppio e mezzo rovesciato raggruppato (28.90) e la 27a posizione (313.10).

RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Fina/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top