Tuffi, Olimpiadi Rio 2016: Cina favorita nel sincro 10 metri donne, Canada-Malesia per il podio?

Meaghan-Benfeito-Roseline-Filion-tuffi-pagina-facebook-fina-diving-world-series-dubai-deepbluemedia.jpg

La Cina va per il tris: niente dovrebbe infatti impedire a Chen Ruolin di vincere il quinto oro olimpico della carriera, il terzo di fila nel sincro 10 metri femminile, questa sera alle 21 in coppia con Liu Huixia, che invece cerca la prima gemma di sempre. Dopo il trampolino donne e la piattaforma maschile, la nazionale asiatica continuerà infatti la sua rotta verso il tentativo di en plein in un’altra gara dal pronostico scontato, per lo meno per quanto riguarda il trionfo.

Ma poi? Rispetto all’imprevedibile gara degli uomini, che ha premiato sul podio gli Stati Uniti di David Boudia e, leggermente più a sorpresa, la Gran Bretagna di Thomas Daley, due coppie su tutte sembrano poter andare a medaglia. Si tratta del Canada di Meaghan Benfeito e Roseline Filion e della Malesia di Cheong Jun Hoong e Pandelela Pamg Rinong. Le nordamericane sono bronzo in carica e hanno vinto l’argento ai Mondiali del 2015: per valore tecnico ed esperienza sono certamente la seconda forza al via. Le asiatiche, invece, potrebbero approfittare del cambiamento della Corea del Nord sorprendentemente terza a Kazan (da Kim Un Hyang-Song Nam Hyang a Kim Un Hyang-Mi Rae Kim) e prendere il posto delle messicane Paola Espinosa e Alejandra Orozco (in gara) argento quattro anni fa nel punto più alto della propria carriera.

Mentre il Brasile (Ingrid Oliveira-Giovanna Pedroso) chiuderà con tutta probabilità ultimo come già avvenuto nelle due gare precedenti, riserviamo punti di domanda sulle prestazioni di Corea del Nord e Stati Uniti (Jessica Parratto-Amy Cozad), praticamente mai viste durante tutto l’arco della stagione, e soprattutto della Gran Bretagna, che ha separato le rodate Tonia Couch e Sarah Barrow sostituendo a quest’ultima la 16enne Lois Toulson. L’affiatamento tra le due nuove compagne, come hanno dimostrato gli errori agli Europei di Londra (quinte), rischia però di essere ancora distante da quello richiesto per una medaglia olimpica.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Fina Diving World Series Dubai/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top