Tiro a segno, Olimpiadi Rio 2016: un’esplosione di gioia targata NiccolORO Campriani

Campriani_tiro-a-segno.jpg

Un 10.7 al ventesimo e decisivo colpo e poi un salto da grillo per festeggiare l’oro nella carabina maschile ad aria compressa da distanza 10m.

L’oro olimpico, il più atteso: alle Olimpiadi di Rio 2016.

Una dimostrazione di forza tecnica ma soprattutto mentale. Niccolò Campriani ha battuto gli avversari, il regolamento ed anche se stesso.
Dopo l’argento di Londra, in questo format di gara, Niccolò si è andato a prendere il gradino più alto del podio zittendo tutte le critiche che dal 2014 spesso lo avevano accompagnato.

L’arma plasmata assieme ai costruttori italiani in un progetto che ha esaltato anche le qualità extra-tiro di un uomo davvero da prendere come esempio.

“Ricordati di dimenticare la paura” titolava il suo libro scritto nel 2013 e infatti il fiorentino non ha tradito: è andato dritto all’obiettivo senza provare timori.

A Rio poi, in programma, ci sono ancora due gare da affrontare…il bello deve ancora venire!

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

michele.cassano@oasport.it

Foto: UITS

Lascia un commento

Top