Tiro a segno, Olimpiadi Rio 2016: il regolamento delle gare

Oliver-Geis-Tiro-a-segno-Profilo-FB-Geis.jpg

Dalle Olimpiadi di Londra 2012 a quelle di Rio de Janeiro 2016 il tiro a segno ha visto modificarsi il proprio regolamento e proprio nella città carioca, dopo il quadriennio appena passato, ci sarà il “debutto olimpico” nei contest previsti sulle linee di tiro dello Shooting Centre verdeoro. Ecco come:

CARABINA

Gare di carabina da 10m e carabina a terra: sessioni di qualifica della durata di cinquanta minuti e subito con i decimali nei punteggi. Alla finale si qualificano i migliori otto score, a cui in caso di parità si vanno a conteggiare il maggior numero di mouche. Nella finalissima, sempre ad otto protagonisti, si ricomincia tutti da zero con una sessione di otto colpi al termine dei quali il tiratore con il punteggio più basso viene eliminato. Poi, si prosegue di due colpi in due colpi eliminando progressivamente tutti gli atleti in gara sino al duello finale per l’oro. E’ chiaro che di volta in volta, laddove vi fossero due atleti con il medesimo punteggio ed a rischio di eliminazione si procederà con uno shoot-off.

Gare di carabina 3posizioni: sessioni di qualifica da due ore per le donne, che devono sparare 60 colpi (3*20), e di tre ore per gli uomini, che devono sparare 120 colpi (3*40) con i punteggi interi. Al termine dei rispettivi round i migliori otto punteggi accedono alla finale, a cui in caso di parità si vanno a conteggiare il maggior numero di mouche. Nelle finalissime invece, dove tutti ripartono da zero, si comincia con quindici colpi a terra a cui seguono quindici colpi sdraiati e dieci colpi in piedi. Al concludersi del quarantesimo colpo quindi, l’ottavo ed il settimo punteggio vengono eliminati e poi si prosegue nel taglio dello score più basso ad un tiro per volta sino al quarantacinquesimo colpo che assegna l’oro.

PISTOLA

Gare di pistola da 10m e pistola libera 50m: nelle gare ad aria compressa dai 10m le donne, che sparano in qualifica 40 colpi, e gli uomini, che invece ne tirano 60, anche nella gara da distanza 50m, hanno circa cinquanta minuti di tempo per completare la sessione eliminatoria; al termine del quale i migliori otto vanno in finale, non dimenticando che in caso di parità si vanno a conteggiare il maggior numero di mouche per decretare chi accede alla corsa per le medaglie. Nella finalissima, con tutti i punteggi azzerati, si spara con i decimali: una prima tranche di otto colpi da cui esce lo score più basso che subisce l’eliminazione. Poi, si prosegue di due colpi in due colpi eliminando progressivamente tutti gli atleti in gara sino al duello finale per l’oro. E’ chiaro che di volta in volta, laddove vi fossero due atleti con il medesimo punteggio ed a rischio di eliminazione si procederà con uno shoot-off.

Pistola sportiva femminile ed automatica maschile da distanza 25m: la gara femminile contempla due sessioni di qualifica di 30 colpi, suddivisi in sei serie da cinque tiri per ciascun round, con un totale di 60 colpi alla fine dei quali si decretano le migliori otto tiratrici che accedono alla finale. Nella gara all’oro poi, dove si riparte tutti da zero, si effettua una nuova serie di soli 30 colpi , dove le migliori quattro classificate superano il turno, secondo l’ordine della graduatoria e vanno a giocarsi rispettivamente oro (1a vs 2a) e bronzo (3a vs 4a), sempre su una base di trenta colpi, ma in uno contro uno. In caso di punteggi equivalenti al termine dei primi trenta tiri della prima parte della finale, per decretare chi avanzerà verso i medal match, si procederà con degli shoot-off.
La gara maschile invece contempla due sessioni di qualifica di 30 colpi da disputarsi in due giorni, suddivisi in tre serie da dieci tiri per ciascun round, con un totale di 60 colpi alla fine dei quali si decretano i migliori sei tiratori che accedono alla finale. Nella gara all’oro poi, dove si riparte tutti da zero, si spara verso il bersaglio per quindici volte in tre serie da cinque tiri per volta. Nella seconda fase, poi, iniziano le eliminazioni: una nuova tranche di cinque colpi ed il primo taglio e cosi via. Un’altra serie da cinque colpi ed una nuova esclusione, fino all’ottava serie pentagonale che assegna l’oro.

Foto: ISSF / Voice 2 Media

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

michele.cassano@oasport.it

 

Lascia un commento

Top