Tiro a segno, Olimpiadi Rio 2016: Campriani punta al podio nella carabina 10 metri

campriani_UITS.jpg

Ricordati di dimenticare la paura.

Nel titolo del libro scritto qualche anno fa di Niccolò Campriani, c’è proprio tutto quello che servirà oggi al tiratore toscano per rendersi protagonista nella gara di carabina maschile ad aria compressa da distanza 10m.

Il raggiungimento della finale come primo obiettivo, che paradossalmente per il tiratore classe 1987 potrebbe essere la cosa più facile, e poi giocarsi il tutto per tutto nella gara alle medaglie liberandosi di “una scimmia pesante” come quella della modifica regolamentare.

Sì, perchè il vicecampione olimpico in questo format di gara a Londra 2012 da quel giorno sembra patire come nessun altro l’azzeramento dei punteggi e il restar in una competizione a venti colpi con intervalli ad eliminazione.

Un peso che può diventare difficile da sopportare, ma si sa: le grandi responsabilità spettano solo ai grandi e certamente Campriani lo è.

Sulle linee di tiro poi, assieme a lui, ci sarà anche l’eterno Marco De Nicolo che potrebbe dare una mano allo stesso Campriani o rendersi protagonista inatteso in una gara dall’esito non facilmente pronosticabile.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

michele.cassano@oasport.it

Foto: UITS

 

Lascia un commento

Top