Tennistavolo, Paralimpiadi Rio 2016: i convocati dell’Italia

Andrea-Borgato-tennistavolo-foto-fitet.jpg

Sta ormai per prendere il via l’edizione 2016 delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro, e anche qui l’Italia risponderà presente, attraverso una nutrita spedizione di rappresentanti. Andiamo dunque ad analizzare gli azzurri del tennistavolo.

Andrea Borgato: nato nel 1972 a Rovigo, è uno degli azzurri più decoranti, grazie alle vittorie in Slovacchia, Romania ed Ungheria. Un brutto incidente d’auto non è dunque riuscito ad abbattere il forte carattere del veneto, che anzi è tornato alla vita di tutti i giorni, laureandosi anche in chimica ambientale.

Raimondo Alecci: il siciliano è un altro elemento di spicco della spedizione azzurra, e nel corso degli anni si è ben espresso nei tornei disputati in giro per il mondo.

Giada Rossi: nata a San Vito al Tagliamento nel 1994 è una delle atlete più giovani del gruppo, ma anche una delle più talentuose, spesso convocata in Nazionale.

Clara Podda: la cagliaritana è tra le decane della disciplina, avendo esordito ai Giochi nel 1996, ma anche una delle più vittoriose, con due medaglie (argento e bronzo) a Pechino 2008.

Giuseppe “Peppe” Vella: alla terza Paralimpiade, aveva annunciato il suo ritiro dopo la Lignano Master Cup, salvo poi tornare sui propri passi e vivere la terza avventura a Cinque Cerchi della carriera.

Michela Brunelli: nata nel 1974, dal 1991 sulla sedia a rotelle, la veneta vanta un palmares di tutto rispetto, nel quale figura anche un argento olimpico a Pechino 2008.

Amine Kalem: tunisino di nascita ma italiano da dopo più di un anno, il classe 9 cercherà di vendere cara la pelle ai propri avversari, per non accontentarsi della sola qualificazione.

Foto: FITET

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top