Tennis, Olimpiadi Rio 2016 – Tabellone maschile: esordio di Nishikori sul Centrale, Cilic-Dimitrov stuzzicante

tennis-kei-nishikori-fb-supertennis.jpg

A partire alle ore 15:45 italiane di domani 6 agosto avrà finalmente inizio il torneo olimpico di tennis di Rio de Janeiro. Una competizione fortemente condizionata, alla vigilia, da forfait eccellenti che comunque conserva sempre tanta qualità. Andando, dunque, a focalizzarci sulla prima giornata del draw di singolare maschile, avremo l’esordio del giapponese, numero 6 del ranking e recentemente finalista al Masters 1000 di Toronto, Kei Nishikori che affronterà sul Campo Centrale lo spagnolo Albert Ramos. Il computo dei precedenti vede avanti il nipponico 3-1 anche se la vittoria più recente, sulla terra battuta di Barcellona nel 2013, ha visto l’iberico prevalere 6-4 7-6. L’unico confronto sulla medesima superficie di Rio risale invece al 2012 quando a Kuala Lumpur il n.6 del mondo si impose 6-7 6-2 6-1. Non sarà quindi un inizio all’acqua di rose per Kei.

Altro incontro da circoletto rossocome direbbe Rino Tommasi, è quello tra Marin Cilic e Grigor Dimitrov. Il croato, vincitore a sorpresa degli Us Open 2014, è in ascesa dopo un periodo non così produttivo. In particolare, la stagione sull’erba ha restituito a Cilic quel tennis che lo aveva portato al trionfo di Flushing Meadows due stagioni fa. Marin avrà difronte un rivale pericoloso che, tornando indietro nel tempo, era salito fino all’ottavo posto della classifica ATP. Un grande talento, quello del bulgaro, dotato di un gioco, a tratti, sopraffino non seguito però da una continuità mentale adeguata, merce rara dei veri campioni. Non è un caso che ora Dimitrov sia n.34 del ranking ed abbia un confronto, al primo turno, così impegnativo. Vero è che questa disciplina è sempre aperta alle sorprese e se Grigor dovesse essere in giornata anche Cilic dovrebbe preoccuparsi.

Per quanto concerne i colori italiani, l’unico azzurro in campo maschile sarà Andreas Seppi che sfiderà l’ucraino Illya Marchenko, numero 64 del ranking, alle ore 19:00 italiane. Un incontro che si preannuncia non impossibile per il bolzanino pur se il 2016 non è stato certo la sua annata migliore. In più, l’unico precedente tra i due, nel 2010 sull’erba di Eastbourne, è stato vinto da Marchenko 6-4 6-4. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Supertennis

Lascia un commento

Top