Tennis, Olimpiadi Rio 2016: Errani e Seppi ai sedicesimi con caparbietà. Out Knapp contro Safarova

tennis-sara-errani-fed-cup-fb-sara-errani-fan-club.jpg

Nell’attesa che scenda in campo Roberta Vinci, ultima rappresentante azzurra in questa prima giornata di tennis a Rio 2016, il bilancio italiano è in attivo: due secondi turni conquistati, una sola eliminazione. Seguiamo l’ordine temporale degli eventi. La prima ad inaugurare l’Olympic Tennis Centre è stata Sara Errani, contro l’olandese Kiki Bertens, n.23 al mondo.

La bolognese ha sofferto tanto – come da prassi – sul suo servizio, tuttavia, è riuscita a raddrizzare con la sua proverbiale tenacia un match che dopo il primo set (4-6 Bertens) rischiava di prendere la strada per i Paesi Bassi… I due parziali successivi sono stati conquistati (6-4, 6-3) con grande caparbietà e concentrazione, abbassando notevolmente il livello di “fallosità” e con rinnovata aggressività sui turni di servizio dell’avversaria. Al secondo turno (sedicesimi di finale), la Errani affronterà la ceca Barbora Strycova, testa di serie n.16.

Karin Knapp, contro la forte Lucie Safarova (28^ del ranking), ha illuso e si è illusa, dopo un primo set portato a casa con autorevolezza (6-4). Infatti, i due set successivi hanno evidenziato tutto il divario fisico e tecnico fra le due tenniste, che è andato anche oltre le 85 posizioni di differenza nelle classifiche WTA. Due soli games racimolati, per l’azzurra, che ha perso ben cinque volte il servizio ed ha salutato i Giochi con un doppio, velocissimo 6-1 al passivo.

Solita partita per cuori forti, infine, per Andreas Seppi… Il bolzanino, ormai esperto in maratone tennistiche, si è complicato tremendamente la vita contro l’ucraino Illya Marchenko. Dopo aver conquistato “in scioltezza” il primo set (6-3), ha ceduto con lo stesso parziale la seconda frazione di gioco e, nel set decisivo, è stato addirittura capace di dilapidare un vantaggio iniziale di 4 games a 0! Il trentaduenne azzurro si è così ritrovato sotto 5-4, costretto a “rispondere” per rimanere in partita…

A questo punto, il numero d’alta scuola del Nostro: servizio avversario e proprio turno di battuta conquistati “a zero”; 6-6 lottando come un leone e tie break vinto non senza patemi d’animo (altro cospicuo vantaggio, 6-3, gettato pericolosamente alle ortiche) con il punteggio finale di 8 a 6. Ai sedicesimi, Seppi affronterà il vincitore del match Nadal-Delbonis.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: pagina Facebook Sara Errani Fan Club

Lascia un commento

Top