Tennis, Olimpiadi Rio 2016: Del Potro per coronare un sogno, Murray per confermare l’oro di Londra

murray.pagina-fb-australian-open.jpg

Gli spagnoli Marc Lopez e Rafael Nadal oro nel doppio maschile, la portoricana Monica Puig splendida vincitrice del torneo femminile. Il tennis alle Olimpiadi di Rio 2016 sta completando i propri tabelloni grazie a match ricchissimi di lacrime ed emozioni.

Questa sera, non prima delle ore 20:30 italiane, è tempo di finale maschile: un immenso Juan Martin Del Potro sfida un mai domo Andy Murray. Argentina contro Gran Bretagna, una sfida infinita che promette scintille anche sul campo da tennis.

Se per l’argentino Del Potro la finale olimpica è da considerarsi un risultato quasi clamoroso, per Murray rappresentava invece l’obiettivo minimo.

Palito, come Juan Martin viene soprannominato dagli amici di Tandil, aveva fatto capire le sue intenzioni sin dal primo turno. La vittoria contro il numero uno Novak DJokovic ci ha riconsegnato il fenomenale tennista che tutti conosciamo. Potenza debordante, dritto telecomandato, e solidità nel resto dei colpi, Del Potro pare aver dimenticato i tormenti legati al suo polso sinistro.

Dal canto suo Murray si è districato da un paio di situazioni pericolose contro il nostro Fabio Fognini e contro l’americano Steve Johnson. Andy quando veste la maglia della Gran Bretagna vende cara la pelle, come ha dimostrato nella passata Coppa Davis, praticamente vinta da solo.

Gli ingredienti per assistere ad una finale stellare ci sono tutti. Sono 7 i precedenti tra questi due grandi interpreti della racchetta, con Murray in vantaggio per 5-2. Nell’ultima sfida, datata però 2013, trionfò Del Potro in 3 set (quarti di finale Master 1000 Indian Wells).

La giornata si aprirà con la finale per il bronzo tra il giapponese Kei Nishikori e lo spagnolo Rafael Nadal.

Foto: pagina Facebook Australian Open

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top