Tennis: la medaglia sfuma ancora e a Rio 2016 l’Italia ha perso un’occasione forse irripetibile

tennis-errani-vinci-sidney-tonelli-federtennis.jpg

Zero medaglie e tanto rammarico. In questo modo si chiudono le Olimpiadi di Rio 2016 per l’Italia del tennis. In Brasile la squadra azzurra ha davvero sprecato una grandissima occasione di riportare il Bel Paese sul podio olimpico, che manca dal bronzo ottenuto nel 1924 a Parigi da Uberto De Morpurgo.

Le speranze maggiori erano state riposte nei tornei di doppio, soprattutto al femminile con il ritorno in campo delle Cichis. Sara Errani e Roberta Vinci si erano riunite proprio per l’evento a Cinque Cerchi, ma ancora una volta come quattro anni fa a Londra i quarti di finale sono stati fatali. Questa volta, però, sulla strada delle due azzurre non c’erano le due sorelle Williams, ma il duo ceco Safarova/Strycova, capace di eliminare proprio le americane. Una sfida difficile per le Cichis, ma ampiamente alla loro portata, ma che nel modo più incredibile si sono lasciate sfuggire. Un match che sembrava essere ormai in mano della coppia italiana, avanti di un set e 3-0 con doppio break nel secondo, ma che alla fine ha riservato solamente un’immensa delusione per il mancato approdo in semifinale e nella lotta per le medaglie.

Hanno raggiunto probabilmente il loro massimo Andreas Seppi e Fabio Fognini, ma il match dei quarti contro il forte duo canadese Nestor/Pospisil doveva essere interpretato in maniera diversa dai due azzurri, rimasti in campo meno di un’ora. La vera occasione di medaglia il ligure l’ha avuta nel doppio misto con Roberta Vinci, perchè nei quarti di finale contro Williams/Ram la coppia italiana ha veramente regalato il successo agli americani. Purtroppo la Federazione non ha mai puntato sul misto durante l’anno olimpico, sprecando davvero un’enorme chance di medaglia.

Passando ai singolari i rimpianti sono rivolti ancora tutti su Fabio Fognini. Verrebbe da dire che non è stata una novità il torneo disputato dal ligure, perchè il nativo di Arma di Taggia si è trovato veramente vicino alla vittoria contro Andy Murray. Il britannico, poi ancora medaglia d’oro, è arrivato ad un passo dalla sconfitta contro il nostro portacolori, ma ancora una volta Fabio non ha saputo completare il suo operato, gettando probabilmente l’ennesima occasione della sua carriera. Battendo Murray la strada verso una medaglia era veramente aperta.

Al femminile il cammino migliore è stato quello di Sara Errani, ma agli ottavi contro la russa Kasatkina si è interrotta la corsa dell’emiliana. Un match che l’ex Top Ten avrebbe potuto anche vincere, ma la stagione finora disputata da Sara e anche dalle altre connazionali non portava a grandi attese.

Una medaglia avrebbe anche salvato in parte un 2016 orribile per il nostro tennis, che è veramente piombato in una profonda crisi di risultati. Nessuna vittoria importante nei tornei Atp e Wta, la retrocessione della Fed Cup e la sconfitta casalinga in Davis contro l’Argentina. Un anno veramente orribile e che va cancellato al più presto, anche se il futuro non appare sereno.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

foto Tonelli per Federtennis

Lascia un commento

Top