Sollevamento pesi, Olimpiadi Rio 2016: presentazione -48 kg donne, possibili sorprese in vista

Schermata-2016-08-05-alle-17.50.33.png

Sabato la categoria riservata alle donne fino a 48 chilogrammi aprirà il programma del sollevamento pesi alla Olimpiadi di Rio 2016. La gara inizierà a mezzanotte tra sabato e domenica e si preannuncia aperta nella lotta per le medaglie.

Anche perché, stando alle entry list, tre atlete scenderanno dalla categoria fino a 53 chilogrammi in cui partecipano di solito per provare a cambiare le carte in tavola e giocarsi la medaglia in una categoria inferiore: si tratta della kazaka Margarita Yelisseyeva, sesta agli ultimi Mondiali, e la thailandese Sophita Tanasan, quarta. Molto difficile valutare le loro potenzialità in questa nuova categoria considerando i 5 chilogrammi di peso corporeo in meno che per forza di cosa influenzeranno le loro prestazioni. Come loro anche l’ucraina Iulia Paratova, che però dovrebbe partire un gradino sotto rispetto alle due atlete sopracitate e che potrebbe fare più fatica a mantenersi nelle zone alte della classifica.

Tra le tradizionaliste di questa categoria, data anche l’assenza della cinese Jiang, fari puntati sulla vietnamita Thi Huyen Vuong che ha nelle braccia e nelle gambe una misura vicinissima ai 200 chilogrammi. Pericolosissima, e l’ha dimostrato ai Giochi Panamericani con un totale di 199 chili, la dominicana Beatriz Piron. Bronzo all’ultimo mondiale, sarà certamente in corsa per le medaglie, sapendo salire oltre i 190 chili, la giapponese Hiromi Miyake, sempre da tenere in considerazione in queste competizioni.

Questa, in caso di qualificazione, sarebbe stata la categoria di Genny Pagliaro: il risultato dell’ultima rassegna iridata, però, avrebbe relegato l’azzurra lontanissima dalla zona medaglie.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca
Foto: By PhotoBobil (Originally uploaded to Flickr as Lift) [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Top