Scherma, Olimpiadi Rio 2016: spada femminile alla Romania, a Fiamingo non passa l’amarezza per l’assenza dell’Italia

Romania-spada-femminile-a-squadre-rio-2016-scherma-foto-augusto-bizzi-federscherma.jpg

Argento mondiale, bronzo europeo e da stasera anche (e soprattutto) oro olimpico. E’ il primo per la Romania nella storia della spada femminile a squadre: lo firmano a Rio 2016 Ana Maria Popescu, Simona Pop, Simona Gherman e Loredana Dinu battendo 44-38 in finale la Cina di Su Yujie, Xu Anqi, Sun Yiwen e Hao Jialu, campionessa iridata e testa di serie del tabellone. Medaglia di bronzo per la Russia (Olga Kochneva, Violetta Kolobova, Tatiana Logunova e Lyubov Shutova), 37-31 sull’Estonia.

Il quinto posto va agli Stati Uniti e il sesto alla Corea del Sud, poi Francia e Ucraina, qualificate lo scorso febbraio ai danni dell’Italia capace in pochi mesi di crollare dal primo posto nel ranking mondiale all’eliminazione sancita il 14 a Buenos Aires. Le azzurre, a lungo sul podio in Coppa del Mondo a cavallo del 2015 e anche bronzo mondiale a Kazan 2014, avrebbero potuto lottare per una medaglia ma si sono sciolte a livello psicologico. Oggi Rossella Fiamingo, argento individuale, ha sintetizzato su Facebook la propria amarezza, viva nonostante il tempo trascorso. None le padrone di casa del Brasile.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top