Scherma, Olimpiadi Rio 2016: il tabellone del fioretto maschile. Gli azzurri possono provare a sognare

Giorgio-Avola-scherma-foto-augusto-bizzi-federscherma.jpg

Il sorteggio del tabellone della prova individuale di fioretto maschile permette agli azzurri di poter sognare una medaglia nella seconda giornata della scherma alle Olimpiadi di Rio 2016. Addirittura ci potrebbe essere l’ipotesi di una clamorosa tripletta, come agli Europei dello scorso anno, ma è veramente difficile ipotizzare che si possa realizzare questo fantastico risultato, anche perchè in stagione gli azzurri non hanno mai vinto.

Chi ha forse la strada migliore almeno fino ai quarti di finale  è Daniele Garozzo. Il siciliano è stato sorteggiato nella parte alta (pedana blu) e farà il suo esordio ai sedicesimi con l’egiziano Tarek Ayad. Il cammino verso gli ottavi di finale sembra tranquillo e poi per Daniele ci sarà l’accoppiamento o con l’egiziano Alaeldin Abouelkassem o con il ceco Alexander Choupenitch. In caso di due vittorie il tabellone presenta un quarto di finale con il giapponese e campione del mondo in carica Yuki Ota, che dovrà comunque stare attento nei suoi primi assalti al coreano Jun Heo.

La seconda miglior testa di serie nella parte alta è il cinese Janfei Ma, che non dovrebbe avere troppi problemi a raggiungere i quarti di finale, dove sulla carta ci sarebbe la sfida con il britannico James Andrew Davis, ma l’oro europeo del 2004 deve prima superare un difficile ottavo di finale contro il vincente del derby russo Cheremisinov-Safin.

Lo spicchio alto della parte bassa (pedana verde) è quella di Andrea Cassarà. Il bresciano ha un tabellone complicato, subito il francese Jeremy Cadot e poi il britannico Richard Kruse. Sono comunque due avversari con cui il miglior Cassarà può vincere e quindi ci sono speranze di vedere il campione europeo dello scorso anno ai quarti di finale, dove a quel punto con ogni probabilità lo aspetterebbe l’americano Gerek Meinhardt, che difende il titolo conquistato quattro anni.

Sulla pedana gialla scenderà, invece, Giorgio Avola e anche il bronzo europeo in carica ha le sue ottime possibilità di arrivare almeno fino ai quarti di finale. L’assalto dei sedicesimi con il messicano Gomez non spaventa e poi ci sarebbe un ottavo ostico ma non impossibile contro il vincente dell’assalto tra il francese Lefort e il tedesco Joppich.
In questa parte di tabellone il re è il numero uno del ranking mondiale Alexander Massialas, che agli ottavi comunque avrà un assalto difficile contro il britannico Chamley-Watson o il russo Artur Akhamthkuzin.

Tre strade diverse, ma tutte con una direzione precisa verso almeno i quarti di finale e poi magari verso qualcosa di ancora più grande.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top