Scherma: la spada maschile azzurra in attesa di conferme. Garozzo il leader, ma anche tanti giovani

Enrico-Garozzo-2-scherma-foto-augusto-bizzi-federscherma1.jpg

Una medaglia d’argento come base solida per costruire un futuro importante. E’ stata un quadriennio difficile per la spada maschile italiana, che è passata dal rischiare la qualificazione all’Olimpiade al diventare una squadra candidata al podio in quel di Rio. Sono stati bravissimi gli spadisti azzurri a non mollare mai e a regalarsi il pass olimpico con una serie di risultati importanti tra Mondiali e Coppa del Mondo.

Un gruppo che ha trovato in Enrico Garozzo il suo leader e uomo di punta. Il siciliano ha vissuto la sua miglior stagione, centrando anche la prima vittoria in Coppa del Mondo, ma è mancato negli avvenimenti più importanti, Europei ed Olimpiade. Questo è l’ulteriore salto di qualità che Garozzo dovrà fare dalle prossime stagioni, cercando di ottenere una medaglia importante a livello europeo e continentale, anche se nel 2014 aveva già vinto un bronzo iridato.

A Rio erano presenti anche Paolo Pizzo, Marco Fichera ed Andrea Santarelli. Il primo è quello più avanti con gli anni, ma sarà ancora protagonista nelle prossime stagioni, soprattutto perchè nella gara a squadre è sempre molto competitivo. Fichera e Santarelli sono chiamati ad uno step successivo nella loro carriera, cercando di ottenere buoni risultati in Coppa del Mondo con una certa continuità, in modo da entrare tra i primi quindici del ranking mondiale.

La spada è comunque un’arma in crescita soprattutto a livello giovanile. Valerio Cuomo è certamente un elemento da tenere in grande considerazione dopo l’argento nel Mondiale Giovani a livello individuale e quella d’oro con la squadra (Davide Canzoneri, Federico Vismara e Gabriele Risicato gli altri tre). A livello cadetti attenzione particolare a Daniel De Mola e Gianpaolo Buzzacchino, che hanno realizzato una fantastica doppetta nella rassegna iridata di Bourges

Ci sarà dunque grande battaglia e questa concorrenza interna farà solo bene alla spada azzurra.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top