Rugby Championship 2016: All Blacks troppo forti per tutti?

CSWaKzHVAAApAmG.jpg

Dopo la seconda giornata del Rugby Championship 2016 la Nuova Zelanda ha confermato quanto visto dopo il primo incontro: nonostante gli addii degli uomini simbolo Richie McCaw e Dan Carter saranno ancora loro gli uomini da battere nel prossimo quadriennio.

Gli All Blacks hanno letteralmente dominato l’Australia per la seconda volta in una settimana con il punteggio di 29-9. La squadra neozelandese ha offerto una prestazione solida e dinamica per tutto il match, eccelerando nei momenti opportuni e dando la sensazione di non andare mai in difficoltà in entrambe le fasi di gioco. Sofferente invece un’Australia a tratti spaesata e incapace di reagire in maniera idonea.

Nell’altro match di giornata, successo all’ultimo respiro per l’Argentina contro il Sud Africa. I Pumas, in questo momento, sembrano avere qualcosa in più rispetto agli Springboks, capaci di rimanere in partita grazie all’esperienza e al mestiere pur senza esprimere un gran gioco.

In vista delle prossime partite del torneo, che ripartirà il 10 settembre, la Nuova Zelanda potrebbe essere indirizzata verso altre facili vittorie incontrando prima l’Argentina e poi il Sudafrica, a 7 giorni di distanza l’una dall’altra. Per ora Israel Dagg e compagni non hanno evidenziato punti deboli: da qui in avanti per loro la strada potrebbe essere in discesa.

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Twitter RWC Official

Lascia un commento

Top