Rugby a 7, Olimpiadi Rio 2016: Fiji griffa il primo oro della sua storia demolendo la Gran Bretagna in finale

FijiSeven-TELEGRAPH.jpg

Le Olimpiadi di Rio 2016 salutano il rugby a 7 al termine di una fantastica giornata dedicata ai medal match. Prima le semifinali, poi il clou con le finali per il bronzo e l’oro. Esulta Fiji, che aggiunge l’oro olimpico alla sua già ricca bacheca comprendente due titoli mondiali (1997, 2005). Gli oceanici dapprima piegano agevolmente la rivelazione Giappone con il punteggio di 20-5, concludendo poi l’opera demolendo in finale la Gran Bretagna con lo score di 43-7, che nel pomeriggio del Deodoro Stadium aveva superato in rimonta per 7-5 il Sudafrica grazie ad una splendida meta di Norton, trasformata da Mithcell.

Finale a senso unico, in cui Fiji ha scardinato la rocciosa difesa britannica sin dal primo minuto, grazie alle giocate di un super Kolinisau, autore della prima meta dell’incontro al termine di una insistita azione figiana. Appena 3 minuti e Fiji trova la seconda realizzazione. Azione in velocità, e meta di Tuwai Vunisa, trasformata da capitan Kolinisau. A 3 minuti dal termine della prima frazione match praticamente in ghiaccio, con la meta firmata da Veremalua su errore in ripartenza dei britannici. Alla ripresa è Nakarawa a mettere la firma personale sulla finale. Poco dopo è Ravouvou (con trasformazioni di Kolinisau) a fissare il punteggio del primo tempo addirittura sul 29-0.

Nella seconda frazione Fiji continua a martellare, trovando il sigillo di Tuisova. A 5 minuti dal termine tutta la panchina è già in lacrime, per un motivo che i protagonisti dell’impresa non dimenticheranno mai. Sono infatti i primi atleti della storia figiana ad aver conquistato una medaglia olimpica! La meta dell’orgoglio di Norton, con la seguente trasformazione di Watson, arrivata a 4 minuti dal termine, rende più onorevole la sconfitta dei sudditi della Regina, arrotondata poi dalla firma di Mata.

Fiji nel segno del 7: rugby seven, 7 mete siglate con 7 giocatori differenti.

Bronzo conquistato infine dal Sudafrica. Springbocks dominanti su uno spento Giappone, arrivato scarico all’appuntamento medaglie dopo un meraviglioso torneo che rimarrà nella storia nipponica per la grande vittoria contro la Nuova Zelanda. Mattatore del match Cecil Afrika, autore di ben 22 punti.

RUGBY A 7 MASCHIE – FINALE PER L’ORO

Fiji – Gran Bretagna 43-7 (mete di Tuwai Vunisa F, Ravouvou F, Nakarawa F, Kolinisau F, Veremalua F, Tuisova F, Mata F, e Norton G, 3 trasformazioni di Kolinisau F, una per Ravouvou F e Watson G)

RUGBY A 7 MASCHILE – FINALE PER IL BRONZO

Giappone – Sudafrica 14-54 (3 mete di Specman S, 2 di Afrika S, una per De Jongh S, Kolbe S, Geduld S, Kuwazuru G, e Goya G, 6 trasformazioni di Afrika S, 2 per Goya G, ed una per Geduld S)

RUGBY A 7 MASCHILE – SEMIFINALI

Fiji – Giappone 20-5 (mete di Tuwai Vunisa F, Radouvou F, Tuisova F, Kunatani F e Goto G)

Gran Bretagna  Sudafrica 7-5 (mete di Norton G e Brown S, trasformazione di Mitchell G)

Foto: Telgraph

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top