Paralimpiadi Rio 2016: il Tas conferma l’esclusione degli atleti russi

logo-paralimpiadi-800x602-800x602-1.png

Niente da fare per gli atleti russi esclusi dalle Paralimpiadi di Rio 2016 per l’ormai tristemente famoso “doping di Stato”. Il Tribunale di Arbitrato per lo Sport (Tas) ha confermato il no alla Russia per la rassegna paralimpica liberando di fatto ben 267 posti a tutti i concorrenti, inizialmente non qualificati.Una decisione politica non legale – il commento del Ministro dello Sport russo Vitali Mutko. “Il Comitato Olimpico Russo  presenterà appello contro la sentenza del Tas presso la Corte Suprema svizzera ha inoltre dichiarato l’avvocato Alexei Karpenko. “Eravamo sicuri che ai nostri atleti sarebbe stato permesso gareggiare anche nel caso in cui il Cpr fosse stato squalificato. Ora si configura un caso di violazione di diritti umani e presenteremo appello alla Corte Suprema. Il procedimento però prenderà 1 o 2 anni e quindi i paralimpici russi non potranno partecipare ai Giochi 2016″ precisa il legale.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: profilo twitter Paralympic Games

Tag

Lascia un commento

Top