Pallanuoto, Olimpiadi Rio 2016: le pagelle del Settebello. Tempesti dirige l’orchestra, Figlioli finalizza

Pallanuoto-Settebello-Tempesti-3-Renzo-Brico.jpg

Una spettacolare Italia batte per 9-5 la Grecia nei quarti di finale ai Giochi Olimpici di Rio e vola in semifinale, dove, tra due giorni, se la vedrà con la Serbia. Match dominato in lungo e in largo per gli azzurri guidati da Sandro Campagna. Andiamo a rivivere l’incontro con le pagelle degli azzurri.

Stefano Tempesti, voto 9: parte tutto da lui. Matteo Aicardi nell’intervista del dopo partita ringrazia subito il suo capitano ed ha ragione. Nella prima parte di gara è davvero fantastico, abbassa più volte la saracinesca. Un miracolo su Mourikis mette subito in chiaro le cose. Forse sarà la sua ultima competizione con la calottina della nazionale, vorrà assolutamente chiudere in bellezza.

Francesco Di Fulvio, voto 7: è una delle stelle di questa nazionale a sbloccare la partita con la sua ormai consueta rete “alzo e tiro dai cinque metri”.

Niccolò Gitto, voto 7,5: splendido lavoro in difesa, questa volta ancor di più in attacco, visto che la sua rete è un vero e proprio gioiellino. Si sblocca nel momento giusto.

Pietro Figlioli, voto 8,5: un giocatore così ce lo invidiano tutte le superpotenze mondiali, a partire dalla Serbia. Strapotere fisico, ma anche tecnico. Tre reti, una più bella dell’altra. Si vola in semifinale per fare ancora meglio.

Andrea Fondelli, voto 6,5: lo si vede poco in fase di manovra del gioco, ma combatte molto in difesa, anche a coprire sul centroboa avversario.

Alessandro Velotto, voto 6,5: soliti sacrifici in zona difensiva, oggi molto utili a tutta la squadra.

Alessandro Nora, voto 7,5: Sandro Campagna gli fa i complimenti a fine match. Il mancino del Brescia ha disputato un grandissimo match, trovando anche la via della rete.

Valentino Gallo, voto 6,5: meno attivo in attacco, molto più in difesa.

Christian Presciutti, voto 7,5: che giocatore. Il capitano dell’AN Brescia è tornato per vincere e per ora sta centrando il suo obiettivo. Quattro anni fa fu uno dei trascinatori nell’impresa di Londra con la Serbia, ora ci vuole la replica.

Michael Bodegas, voto 7: un guerriero. Avrà conquistato una decina di espulsioni in zona offensiva, poi ovviamente svolge il doppio compito e si dà un gran da fare anche in difesa.

Matteo Aicardi, voto 7,5: come previsto, quando conta il centroboa mascherato c’è. Due reti, da vero bomber di razza. Poi le parole nel dopo gara, che fanno ben sperare per il futuro prossimo.

Nicholas Presciutti, voto 6,5: anche lui si dà molto da fare in zona difensiva. Come ogni componente della squadra ha fatto il suo per riuscire a volare in semifinale.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Renzo Brico

Lascia un commento

Top