Pallanuoto, Olimpiadi Rio 2016: la Serbia ai raggi X. Fisico e classe per la squadra più forte del mondo

Settebello-2-italia-pallanuoto-maschile-foto-pagina-facebook-fina-deepbluemedia.jpg

Una vera e propria armata. Campionessa del mondo, tre volte campionessa d’Europa e trionfatrice ad oltranza della World League. Stiamo parlando della Serbia, prossimo avversario del Settebello nella corsa alle medaglie dei Giochi Olimpici di Rio. Questa sera la banda di Campagna affronterà la squadra più forte del mondo: andiamo a vederla ai raggi X.

Gojko Pijetlović: nato il 7 agosto 1983. Portiere di riserva nelle fila della nazionale serba, milita nell’Oradea.

Dušan Mandić: nato il 16 giugno 1994. Strapotere fisico e tecnico. Una delle stelle della nazionale, ma non solo, dell’intera manifestazione. Il mancino della Pro Recco può segnare in ogni momento dal perimetro. Tempesti lo conosce, dovrà stare attento alle sue conclusioni.

Živko Gocić: nato il 22 agosto 1982. Milita nello Szolnoki, in Ungheria: è il capitano della nazionale serba, difensore davvero ostico da superare, ovviamente anche utile in cabina di regia.

Sava Ranđelović: nato il 17 luglio del 1993. Conoscenza del campionato italiano: il difensore serbo milita nell’AN Brescia, dunque i due Presciutti e Nora (oltre che Del Lungo) sanno il suo tipo di gioco alla perfezione.

Miloš Ćuk: nato il 21 dicembre 1990. A 26 anni è da diverse stagioni a livelli altissimi con la calottina della nazionale: il difensore serbo gioca nel campionato ungherese con l’Eger.

Duško Pijetlović: nato il 25 aprile 1985. Altro giocatore che tantissimi degli azzurri conoscono alla perfezione: per lui tantissimi anni nel campionato italiano con la calottina della Pro Recco.

Slobodan Nikić: nato il 25 gennaio 1983. Uno dei più esperti della squadra serba, da decenni con la calottina della nazionale. Il centrovasca serbo gioca in Ungheria con l’Orvosegyetem.

Milan Aleksić: nato il 13 maggio 1986. Anche lui milita nello Szolnok in Ungheria. Giocatore di grande forza fisica, abilissimo anche al tiro dal perimetro.

Nikola Jakšić: nato il 17 gennaio 1997. Di gran lunga il giocatore più giovane della rosa. Gioca nel Partizan e si è già levato soddisfazioni con la calottina della nazionale, ad esempio il titolo mondiale a Kazan a soli 18 anni. E’ il futuro di questa squadra.

Filip Filipović: nato il 2 maggio 1987. Assieme a Mandic è il giocatore più quotato, almeno in zona offensiva, della Serbia. Anche lui alla Pro Recco, è uno degli attaccanti più decisivi degli ultimi anni nell’intero mondo della pallanuoto.

Andrija Prlainović: nato il 28 aprile 1987. Anche lui passato dal campionato italiano, ovviamente con la calottina della Pro Recco. Altro fortissimo attaccante, ora allo Szolnoki Dózsa.

Stefan Mitrović: nato il 29 marzo 1988. Gioca in Ungheria al Ferencváros, un altro dei protagonisti di questo storico quadriennio nel quale la Serbia ha vinto tutto.

Branislav Mitrović: nato il 30 gennaio 1985. E’ il portiere titolare della compagine serba. Uno dei possibili punti deboli se trovato in giornata no.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: FB FINA / Deepbluemedia

Lascia un commento

Top