Pallanuoto, Olimpiadi Rio 2016: come battere la Serbia? Partire forte e difesa estrema le chiavi

Di-Fulvio-Pallanuoto-Settebello-Renzo-Brico.jpg

La Serbia, la squadra più forte del mondo. Un avversario quasi insormontabile divide la nazionale maschile di pallanuoto dal ripetere l’impresa compiuta quattro anni fa a Londra: raggiungere la finale del torneo dei Giochi Olimpici. Il Settebello è in grandissima forma, l’ha fatto vedere nell’ultima uscita nei quarti di finale con la Grecia. Per battere i campioni del mondo però servirà molto di più: andiamo a vedere dei possibili scenari.

Fondamentale sarebbe partire forte: tranne che con la Spagna nei quarti di finale, i serbi hanno praticamente sempre sofferto moltissimo nella prima metà di gara, carburando poi negli ultimi minuti. Il Settebello fino ad ora invece ha dato la dimostrazione di essere subito in partita: Pietro Figlioli, Christian Presciutti e Francesco Di Fulvio, le stelle azzurre, sono sempre stati protagonisti ad inizio incontro. Importante sarebbe arrivare all’intervallo lungo con un paio di reti di vantaggio: bisognerà fare di tutto per evitare la rimonta della compagine guidata da Dejan Savić.

Bisognerà poi difendere in modo estremo. Tenere la media gol serba molto bassa potrebbe essere la chiave di volta di questo incontro. Velotto, Gitto, Nicholas Presciutti e Fondelli dovranno disputare minuti di grande quantità per fare arrivare verso la porta azzurra tiri parabili per uno Stefano Tempesti che è atteso all’ennesima performance super.

In fase offensiva si dovranno sfruttare tutte le (probabilmente poche) opportunità che si avranno a disposizione. Far cadere la palla al centro per Aicardi e Bodegas sarà una delle cose basilari per conquistare l’uomo in più. Le percentuali in superiorità dovranno salire: non si potrà sbagliare nel giro palla: in questo caso l’apporto dei mancini Nora e Gallo sarà imprescindibile.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Renzo Brico

Lascia un commento

Top