Pallanuoto: il Settebello del futuro verso Tokyo 2020

RIO2016_Aug-20_GSca_RJ85130.jpg

Team Italy bronze medal Rio de Janeiro XXXI Olympic Games Olympic Aquatics Stadium Waterpolo men podium 20/08/2016 Photo Giorgio Scala/Deepbluemedia/Insidefoto


Un’Olimpiade spaziale, che ha rappresentato l’unione tra due cicli diversi: il bronzo di Rio è il connubio tra la vecchia generazione, trionfatrice nel vecchio quadriennio ai Mondiali di Shanghai 2011 e argento a Londra 2012, e il nuovo che avanza, pronto a lanciarsi verso Tokyo 2020. Proprio in vista dei prossimi Giochi, andiamo a vedere ruolo per ruolo il Settebello del futuro di Sandro Campagna.

Portieri

Non si può non ripartire da Marco Del Lungo. L’estremo difensore dell’AN Brescia è già stato eletto da Stefano Tempesti come suo erede: ha le qualità giuste per emergere, viste già le prestazioni sfornate come rimpiazzo dell’Albatross di Prato e nel campionato italiano. Dietro di lui Gabriele Vassallo ed Edoardo Prian, già visti nei recenti collegiali, ma guardando più avanti si può citare Gianmarco Nicosia, classe ’98.

Difensori

Il ruolo con più talenti in casa Italia, tutti molto navigati. Nicholas Presciutti, Andrea Fondelli e Alessandro Velotto: tutti e tre sono stati protagonisti della cavalcata trionfale del Settebello ai Giochi Olimpici di Rio ed hanno mostrato, oltre che grandi qualità, anche altissimi margini di miglioramento. Alle loro spalle Umberto Esposito e Vincenzo Dolce sono già stati chiamati più volte da Campagna e sono pronti a sfondare.

Attaccanti

Francesco Di Fulvio è il primo della lista. Già giocatore di livello mondiale, nonostante la giovanissima età (è classe ’93), ha ancora grandissimi margini di miglioramento e può essere il faro di questa nazionale nel prossimo decennio. Il Brescia ci ha visto lungo acquistando Edoardo Manzi, mancino classe ’98 protagonista a Sori nella passata stagione, e già in pianta stabile nelle nazionali giovanili. Più volte chiamato da Campagna anche Jacopo Alesiani, arrivato in casa Sport Management in questo mercato. Edoardo Di Somma e Vincenzo Renzuto Iodice altri due nomi caldissimi.

Centroboa

Nonostante l’età che supererà i 30 anni, non si può non puntare sull’esperienza di Michael Bodegas e Matteo Aicardi, due dei migliori al mondo in questo ruolo. Comunque si intravede qualcosa alle loro spalle: la Pro Recco ha acquistato Lorenzo Bruni, classe ’94 con una passato già all’AN Brescia.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top