Pallanuoto femminile, Olimpiadi Rio 2016: Setterosa, semifinale da brividi con la Russia

Rio2016-Waterpolo-0809-STAST5_1675.jpg

La partita che può valere una carriera: il Setterosa è in semifinale alle Olimpiadi di Rio 2016 e oggi alle ore 17.20 italiane si giocherà l’accesso all’atto finale del torneo e una medaglia certa contro la Russia al Maria Lenk Aquatic Center.

Il Setterosa arriva alla partita probabilmente più importante dell’intero quadriennio con quattro vittorie all’attivo nel torneo olimpico: tre nel girone più i quarti di finale contro la Cina. La squadra del Ct Fabio Conti nel percorso a Cinque Cerchi ha dimostrato, in particolar modo, una solidità difensiva invidiabile e da questo, poi, ha costruito i propri successi. Una formazione ordinata e precisa, che raramente concede tiri facili alle squadre avversarie, anche in inferiorità numerica. In attacco le azzurre possono contare sul sempre ottimo lavoro di Teresa Frassinetti e Rosaria Aiello, che possono guadagnare falli gravi e situazione di attacco in superiorità. Sul perimetro, invece, la potenza di fuoco di Roberta Bianconi, una garanzia, Tania Di Mario, finalmente sbloccata, Arianna Garibotti, autrice di un ottimo torneo fino ad ora, e Giulia Emmolo, che sta trovando continuità, può fare malissimo. Tra le altre pericolose da fuori anche Federica Radicchi e Elisa Queirolo.

Italia e Russia si sono già affrontate durante le Olimpiadi nell’ultima giornata del girone preliminare: in quel caso, le azzurre si imposero nettamente con il punteggio di 10-5 senza mai concedere alle avversarie di passare al comando. Dopo un primo quarto tutto sommato equilibrato, il Setterosa ha allungato nei periodi centrali per andare a conquistare una vittoria che però non può cullare Di Mario e compagne in un falso senso di sicurezza. La Russia, nei 4 giorni trascorsi, può avere trovato soluzioni tattiche per arginare l’attacco azzurro e per scardinarne la difesa in una partita a scacchi che potrebbe anche ribaltare le forze viste in vasca solo pochi giorni fa.

Nella seconda semifinale di giornata spazio a Stati Uniti d’America e Ungheria: favori del pronostico tutti per gli States, impressionanti fino ad ora nel loro cammino dopo essere arrivati come la squadra da battere a Rio 2016. L’Ungheria, campione d’Europa in carica, ha sconfitto ai rigori l’Australia dando una sensazione migliore rispetto a quella offerta nei gironi passati al terzo posto. Un eventuale passaggio del turno, però, sarebbe davvero un’impresa.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: @Santo_Gianluca

Lascia un commento

Top