Pallamano, Olimpiadi Rio 2016: bronzo alla Germania, Polonia sconfitta 31-25

pagina-fb-ehf-euro-Hafner.jpg

Va alla Germania campione d’Europa la medaglia di bronzo del torneo olimpico di pallamano maschile. I teutonici si sono infatti letali nelle accelerazioni, limitando le offensive avversarie, e sconfiggendo la Polonia 31-25, al termine di una sfida molto intensa, ma dominata nei momenti più importanti.

Inizio di gara molto equilibrato, con la Germania capace di compensare una difesa non troppo attenta con un attacco molto veloce. Dal 5-4 in favore dei teutonici inizia però il momento positivo della Polonia, che 14′ si porta avanti 8-5, grazie alla rete di Michal Daszek. I ragazzi di Dagur Sigurðsson non si danno tuttavia per vinti, recuperano il distacco sull’8-8 e allungano fino al massimo vantaggio 14-10, timbrato dalla stella Uwe Gensheimer, da poco accasatosi tra le fila del Paris-Saint Germain. Nel finale la Polonia non molla la presa, ma il primo tempo si chiude 17-13 in favore dei campioni d’Europa.

La ripresa si apre con i teutonici in pieno controllo, e con Uwe Gensheimer a timbrare il massimo vantaggio sul +6, con il tabellone che si ritrova a segnare 23-17 già al 40′. La Polonia continua a perdere numerosi palloni in fase di costruzione, e Tobias Reichmann ne approfitta per realizzare un nuovo break in contropiede, che vale il 25-18 al 42′. Nel finale l’intensità fisica cala notevolmente per entrambe le squadre, con Karol Bielecki e compagni che, pur rimanendo a galla, non riescono a rimontare, cedendo così il gradino più basso del podio con il 31-25 conclusivo.

Foto: pagina Facebook EHF EURO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top