Olimpiadi: ufficializzate le cinque nuove discipline, a Tokyo 2020 ci saranno 33 sport

Karate-Italia-Kata-femminile-WKF.png

È arrivata questa sera, in occasione della seconda giornata della 129ma sessione del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), la decisione ufficiale riguardante l’aggiunta di cinque nuovi sport nel programma olimpico di Tokyo 2020. Riunito a Rio de Janeiro, il massimo organismo dello sport mondiale ha dunque confermato le proprie intenzioni, portando da ventotto a trentatré il numero di discipline facenti parte del programma a cinque cerchi in vista della trentaduesima edizione dei Giochi Olimpici dell’era moderna. In tutto, saranno diciotto le nuove medaglie d’oro distribuite, e 474 gli atleti supplementari che prenderanno parte alla manifestazione. La decisione è stata presa all’unanimità.

Di fatto, non ci sono state sorprese, ma solamente una conferma delle cinque discipline già selezionate dalla Commissione Esecutiva di Losanna due mesi fa. Le cinque discipline, scelte già allora con voto unanime dopo una lunga selezione tra le tante che si erano proposte, sono il baseball/softball, il karate, lo skateboard, il surf e l’arrampicata sportiva. Tra queste, solamente il baseball/softball ha già fatto parte del programma a cinque cerchi in passato, più precisamente dal 1992 al 2008. Gli sport sono stati scelti in base alle proposte del comitato organizzatore giapponese, come previsto dalle nuove direttive volute dal presidente Thomas Bach, per incoraggiare la partecipazione del pubblico locale ed attirare maggiori sponsor grazie a discipline popolari nel Paese ospitante, senza intaccare il programma dei ventotto sport olimpici di base.

In occasione di questa storica decisione, che ha aperto una nuova epoca dello sport olimpico, erano presenti anche molti dei principali esponenti dei cinque sport candidati, come lo spagnolo Antonio Espinós, presidente della World Karate Federation. Ieri, invece, il CIO aveva optato per il riconoscimento ufficiale dello sci alpinismo e della sua federazione internazionale, la ISMF (clicca qui per saperne di più), primo passo in vista di un possibile ingresso di questa disciplina nel programma delle Olimpiadi invernali.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: World Karate Federation

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top