Olimpiadi Rio 2016 – L’Italia litiga con i sorteggi! Giovedì nero di sfortuna, l’urna ci complica le medaglie

Clemente-Russo-Boxe-Pagina-FB-Russo.jpg

Il sorteggio ha sempre una valenza determinante sull’esito di una competizione sportiva e sui risultati che un atleta può ottenere. Lo è ancora di più alle Olimpiadi 2016 dove i valori in campo sono elevatissimi e dopo la posta in palio è davvero molto alta.

L’Italia è stata sfortunatissima, litigando con l’urna a Rio de Janeiro. Un giovedì nero ha messo in salita la strada di molti azzurri che domani inizieranno la propria avventura ai Giochi Olimpici. Tra tennis, scherma, judo e boxe c’è davvero poco da sorridere. Molte medaglie si sono rese estremamente più difficili.

 

Sul tatami Manzi e Gwend sono stati martoriati. Un tabellone di ferro per entrambi, il numero 1 del tabellone Kim Won-jin terrà addirittura a battesimo il giovane Elios che disputerà la sua prima Olimpiade. Era un outsider per le medaglie ma ora tutto si fa decisamente più complicato: servirà un’autentica impresa. Edwige sfiderà invece Tina Trstenjak al secondo turno: è subito un incontro da cuori forti con la favorita per l’oro. Per il resto possiamo ritenerci soddisfatti ma due ottimi prospetti da medaglia sono subito stati messi in difficoltà, ben prima dei quarti di finale che garantiscono almeno i ripescaggi e la possibilità di continuare a lottare per il podio.

CLICCA QUI PER L’ANALISI COMPLETA DEL SORTEGGIO DI JUDO

 

Sorteggio terribile nella boxe, dove ce n’è andata bene solo una. Emblema della iella è quanto capitato al nostro capitano Clemente Russo, reduce dagli argenti di Pechino e Londra, motivatissimo questa volta per trionfare. Ebbene il campano incrocerà i guantoni ai quarti di finale con il russo Tishchenko, favorito insieme a lui per la medaglia d’oro. Un’autentica finale anticipata: chi vince ha la strada spianata verso il titolo, chi perde va a casa senza neanche il contentino del piazzamento di rincalzo.

Cappai, Manfredonia, Valentino avranno bisogno di esprimere la loro migliore boxe per uscire vittoriosi da match in cui partono sfavoriti già nei primi turni. Irma Testa avrà la francese Estelle Mossely ai quarti di finale: vincere significherebbe avere in tasca una storica medaglia, la prima per l’Italia nella boxe femminile. L’unico sorriso arriva per Vianello che sulla carta ha un ottimo tabellone.

CLICCA QUI PER L’ANALISI COMPLETA DEL SORTEGGIO DI BOXE

 

Nella scherma addio sogni di vedere una finale tutta italiana nel fioretto femminile: Arianna Errigo ed Elisa Di Francisca si troveranno massimo in semifinale.

Nel fioretto maschile tabellone di fuoco per Garozzo, Cassarà e Avola che incroceranno subito le armi con dei favoriti per le medaglie.

Rossella Fiamingo, Campionessa del Mondo di spada, sfiderà subito gli ossi duri Pop e Popescu prima di un’eventuale finale con la bestia nera Logunova: non sarà una passeggiata per arrivare in zona medaglie.

Aldo Montano, per sperare di salire sul podio, deve superare il numero 1 del tabellone Junghwan Kim: auguri al Campione Olimpico di Atene 2004 che cerca una nuova medaglia ma questa volta la Dea bendata proprio non ci ha visto.

L’Italia aveva poche speranze nella sciabola femminile ma se Gregorio si trova subito agli ottavi la stella Olga Kharlan c’è davvero poco da fare.

CLICCA QUI PER L’ANALISI COMPLETA DEL SORTEGGIO DI SCHERMA

 

Murray e Nadal sono sulla strada di Fognini e Seppi già al secondo turno, Errani e Vinci ritornano nel doppio ma ai quarti di finale si ritroverebbero subito le imbattibili sorelle Williams. Bastano questi due estratti per esprimere la sfortuna avuta anche nel tennis.

CLICCA QUI PER L’ANALISI COMPLETA DEL SORTEGGIO DI TENNIS

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Lascia un commento

Top