Nuoto sincronizzato, Olimpiadi Rio 2016: Cerruti-Ferro seste dopo il preliminare del libero. Super Russia, sorprende la Spagna

cerruti_ferro_foto_rari-libera-da-copyright.-nuoto-sincronizzato.jpg

Si sono aperte le Olimpiadi di nuoto sincronizzato: nel preliminare del programma libero del duo, Russia già imbattibile e lanciata verso la medaglia d’oro con Svetlana Romaschina e Natalia Ishcenko (prime anche a Londra 2012) in testa con un super 98.0667. Poche sorprese anche in vista del podio che si comporrà martedì con un’altra serie libera dopo il programma tecnico di domani (ancora alle 16) che dimezzerà le coppie in gara. Per l’argento ci sono le cinesi Huang Xuechen e Sun Wenyan (96.0667), per il bronzo le giapponesi Yukiko Inui e Risako Mitsui (94.4000).

Poi ecco la Spagna: sempre nascoste in stagione, le leggende iberiche Gemma Mengual e Ona Carbonell strappano applausi e insidiano le nipponiche in ottica terzo posto con 93.7676. Non male per una coppia “nuova” che comunque ha lavorato a lungo – e in segreto – per l’appuntamento olimpico. La gerarchia con l’Ucraina di Lolita Ananasova e Anna Voloshyna (93.5333) è apparentemente ribaltata, per l’Italia di Linda Cerruti e Costanza Ferro, liguri classe 1993 all’esordio olimpico, c’è la conferma del sesto posto del Mondiale di Kazan 2015 a quota 91.1333, punteggio comunque superiore a quello dello scorso anno.

Le azzurre, che si esibiscono sulle note di “Sweet dreams” degli Eurythmics con la coreografia di Gana Maximova, si mostrano soddisfatte al sito federale: “L’emozione era tanta ma dopo i primi secondi abbiamo pensato soltanto alla prestazione. Siamo abbastanza soddisfatte della nostra gara e anche i risultati delle altre sono quelli che ci aspettavamo. Malgrado abbiano cambiato l’acqua, che in superficie sembra più trasparente, sotto continua ad essere molto densa ed è difficile avere punti di riferimento. Quando in vasca siamo un due ciò diventa ancora più difficile, perché dobbiamo coprire molto spazio; con la squadra sarà diverso, perché saremo più statiche. Anche la musica non si percepiva bene. Abbiamo commesso qualche errore nella sincronia che proveremo a correggere in vista del tecnico e del libero della finale“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Rari Nantes Savona

Lascia un commento

Top