Nuoto, Olimpiadi Rio 2016 – Turrini: “Controprestazione inspiegabile”. Marin: “Impossibile fare meglio”

Turrini-Nuoto.jpg

Prime batterie del nuoto a Rio 2016 e prime delusioni azzurre. Federico Turrini e Luca Marin si arrendono nei 400 misti. Grande amarezza soprattutto per il toscano, che agli Assoluti di aprile a Riccione aveva nuotato 4’11”95 salvo peggiorarsi oggi a 4’18”39. Con 4’13” sarebbe stata finale. “Un disastro – commenta a RaiSport -. Non mi do spiegazioni. E’ vero che ero più stanco, arrivo sempre così a fine stagione, nelle ultime tre settimane avevo sentito stanchezza. Ma una controprestazione così è inaspettata. Non sono mai stato in gara. Boh. Non è l’emozione, ero tranquillo. In riscaldamento avevo buone indicazioni. In gara non sono mai stato nella competizione. Al momento non saprei cosa dire“.

Per Luca Marin, alla sua quarta Olimpiade, già la partecipazione è stata invece un grande traguardo. Impossibile fare meglio, come lui stesso ammette: “Negli ultimi 3-4 giorni le sensazioni non erano delle migliori. Mi conosco bene, sapevo quello che potevo dare. Non era 4’13” per la finale. Sono sceso in acqua per dare il massimo. Oggi ero il più vecchio, sono comunque soddisfazioni. Per l’orgoglio personale sono contento, l’ho cercata questa Olimpiade dopo due anni in cui avevo spento il cervello per qualificarmi. Il gruppo è molto unito. Purtroppo ho fatto 4 Olimpiadi ma mai una cerimonia. Ieri mi sarebbe piaciuto, non lo nego. Ci sono molte aspettative. Ora farò il tifo, in bocca al lupo ai ragazzi, ci sono grandi aspettative. Poi il 9 si va a casa“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Facebook Turrini

Lascia un commento

Top