Nuoto, Olimpiadi Rio 2016 – Paltrinieri: “Non potevo più aspettare, voglio il miglior Sun Yang”

Gregorio-Paltrinieri-Sun-Yang-nuoto-Barcellona-2014-foto-Lapresse-Gian-Mattia-DAlberto-ricevuta-da-ufficio-stampa-Arena.jpg

Ormai ci siamo: non ne potevo più di questa attesa“: Gregorio Paltrinieri esordirà oggi alle 20.10 italiane alle Olimpiadi di Rio 2016 nell’ultima batteria dei 1500 stile libero. L’azzurro, campione del mondo e d’Europa, nuoterà subito contro l’australiano Mack Horton, mentre il gemello Gabriele Detti se la vedrà alle 19.52 contro l’oro di Londra Sun Yang, Cina.

Mi attende una gara durissima, sono tranquillo del grande lavoro svolto tutto l’anno alla ricerca del mio massimo – ha detto l’emiliano alla Gazzetta dello Sport -. Sono consapevole della mia forza. E poi ci sono tante aspettative. Me le mettono gli altri le pressioni e me le metto anche io. Sarà dura per tutti, ho fatto tutto bene per essere qui al top. E non mi faccio contagiare dalle ansie di campioni irraggiungibili o dai risultati degli altri“.

L’attesa è tutta per il duello con Sun Yang, che non nuota le 30 vasche a livello internazionale dalle batterie dei Mondiali 2015. “Ma qui siamo all’Olimpiade, non credo che fuggirà – spiega Greg –E’ quello che voglio: confrontarmi col miglior Sun per batterlo: non voglio parlare del suo passato, ma della gara. A me piace pensare abbia evitato questa gara perché da tre stagioni domino il ranking, il cinese ha dimostrato di essere un grandissimo campione confermandosi in due Olimpiadi“.

E poi, sulle polemiche per il doping: “Io e Detti da gennaio abbiamo totalizzato 54 controlli tra urine e sangue, spero che abbiano controllato così pure Sun, Horton, Jaeger e tutti gli altri avversari. Ho rispetto solo di chi ha la coscienza pulita.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Gian Mattia D’Alberto/LaPresse/ufficio stampa Arena Italia

Lascia un commento

Top