Nuoto, Olimpiadi Rio 2016: Paltrinieri contro se stesso. Greg super favorito nei 1500 sl

Gregorio-Paltrinieri-nuoto-foto-da-ufficio-stampa-Areana-credit-Pentaphoto.jpg

Bando alla scaramanzia: se all’inizio di Rio 2016 fosse stato chiesto l’oro più “probabile” per la spedizione italiana, tutti avrebbero risposto quello di Gregorio Paltrinieri nei 1500 stile libero di nuoto. Perché su trenta vasche i veri valori vengono fuori, mesi e anni di allenamento a suon di 18 chilometri al giorno che quando c’è da andare forte, e tenere, per giocarsi una medaglia olimpica rappresentano senza dubbio un vantaggio notevole. Greg è così, la finale di questa notte (ore 3.11) dice questo: l’azzurro è il super favorito e la prima sfida deve dunque vincerla con se stesso.

14’34”04: l’emiliano campione del mondo e d’Europa ha nuotato lo scorso maggio a Londra il secondo tempo della storia. Davanti a lui c’è solo Sun Yang (ma il cinese non si è qualificato per la finale brasiliana) con il 14’31”02 di Londra 2012. A dicembre, in vasca corta, Paltrinieri ha invece cancellato il primato dell’australiano Grant Hackett che resisteva dal 2011: da 14’10”10 a 14’08”06. Per diventare il padrone incontrastato dei 1500 sl – quello che un po’ tutti si aspettano – basterà “solo” mettere la mano davanti questa notte. E per il secondo WR si vedrà, non è di certo prioritario.

E’ un duello silenzioso e faticoso, dunque, quello che attende il 21enne di Carpi. Più di Connor Jaeger (Stati Uniti) distanziato 1”23 in batteria, più dell’amico Mack Horton (Australia) in stagione già a 14’39” e oro nei 400 sl della prima giornata, più del gemello Gabriele Detti che può sognare la doppietta, il vero avversario di Greg sarà… Greg stesso. Senza Sun Yang misteriosamente assente a Kazan 2015 perse il punto di riferimento e nuotò male, oro con tempo (per lui) non soddisfacente. Ora sa di avere addosso tutte le pressioni del mondo – ma è naturale – e dovrà dimostrare spalle sufficientemente larghe per reggerle. Può farcela, eccome se sì. Ma sarà solo contro tutti, sé compreso.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: ufficio stampa Arena Italia/Pentaphoto

Lascia un commento

Top