Nuoto, Olimpiadi Rio 2016: obiettivo finale per la 4×200 sl maschile italiana

Gabriele-Detti-nuoto-foto-La-presse-ph.-Gian-Mattia-D’Alberto-ricevute-da-ufficio-stampa-Arena-Italia.jpg

Nella quarta giornata di batterie del nuoto in piscina a Cinque Cerchi, in quel di Rio de Janeiro, l’Italia andrà a caccia di risultati decorosi, non solo nella gara regina con Luca Dotto e Filippo Magnini ma anche con la 4×200 stile libero maschile. 

Nella prima delle due heat insieme agli Stati Uniti, i ragazzi italiani andranno a caccia di un pass per la finale come massimo obiettivo non avendo atleti in squadra in grado di fare la differenza. Sul passo medio del 1’47” il team tricolore sarà molto probabilmente costituito da Andrea Mitchell D’Arrigo, Alex Di Giorgio, Marco Belotti ed uno tra Gabriele Detti e Magnini. Vista l’agguerrita concorrenza non sarà possibile speculare troppo.

Senza dubbio quanto successo all’Europeo, dove il quartetto italico ha staccato il biglietto per il Brasile, può infondere fiducia. Il bronzo vinto in volata sulla Polonia per un solo centesimo ed a mezzo secondo dall’Olanda campione continentale è un dato confortante. Certo lì ci fu il vero e proprio miracolo di Gabriele Detti che sciolinò una prestazione pazzesca da 1’45″39 con tutti gli altri staffettisti costanti sull’1’47”. Sara necessario replicare se si vorrà raggiungere il target prefisso. Usa, Francia, Gran Bretagna, Australia, Germania, Belgio, Olanda, Sudafrica ed Ungheria sono le squadre rivali per un posto nell’ultimo atto. Servirà mettere in acqua il 100% e ci si augura che i nostri portacolori sappiano esprimere il loro meglio nel momento più importante della stagione.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: ufficio stampa Arena

Lascia un commento

Top