Nuoto, Olimpiadi Rio 2016: Morozov e Lobintsev avrebbero vinto il ricorso al Tas

Vladimir-Morozov-nuoto-foto-pagina-fb-ufficiale-morozov.jpg

Contrariamente a quanto riportato poco fa da La Gazzetta dello Sport, i media internazionali stanno scrivendo in questi minuti che i nuotatori russi Vladimir Morozov e Nikita Lobintsev, punti fermi della staffetta 4×100 stile libero bronzo olimpico a Londra 2012 e argento mondiale a Kazan 2015, avrebbero vinto il ricorso al Tas (Tribunale Arbitrale dello Sport) di Losanna contro l’esclusione da Rio 2016 varata dalla Fina, la federazione internazionale degli sport acquatici, perché presenti nel report McClaren/Wada sui casi di doping coperti dallo stato.

La situazione è in evoluzione e, al momento, di difficile lettura, anche perché mancano informazioni riguardanti probabilmente l’atleta russa più attesa, la campionessa del mondo dei 100 rana Yulia Efimova che invece era stata esclusa perché trovata positiva (16 mesi di stop per steroidi tra il 2014 e il 2015) in passato. Swimvortex e L’Equipe parlano di riammissione con anche l’ok della Fina, l’agenzia di stampa russa Tass, invece, cita una sua fonte ma ricorda che l’ultima parola dovrebbe spettare ai tre saggi del Cio (Ugur Erdener, Claudia Bokel e Juan Antonio Samaranch Jr), proprio i tre che, secondo quanto pubblicato dalla Rosea, si sarebbero già pronunciati contro il perdono dei due velocisti. Ma il termine ultimo è fissato per domani.

Adesso anche La Gazzetta dello Sport conferma il sì della Fina, parlando di “buffonata” e “balletto dello squallore” (nel post precedente, aggiornato). Ma domani le Olimpiadi inizieranno e sabato pomeriggio ci saranno subito le gare di nuoto. E che ne sarà dei sette esclusi? In mattinata la Reuters parlava di 29 nuotatori russi a Rio 2016 senza i bannati. Per ora due dovrebbero rientrare, anche se come Morozov e Lobintsev pure la dorsista Daria Ustinova era stata fermata perché presente nel report McClaren. Nel 2013, inoltre, lei fu trovata positiva agli steroidi ma ricevette una semplice reprimenda perché appena 14enne. Conterà o no come caso di doping del passato? Situazione iper confusa. 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Vladimir Morozov

Lascia un commento

Top