Nuoto, Olimpiadi Rio 2016: Greg e Gabri tocca a voi! La finale dei 1500 sl per la gloria a Cinque Cerchi

20160520-ASTA-PALTRINIERI-DETTI_A4S_9443.jpg

Ore 03:13, 14 agosto 2016. E’ questo il momento topico che ci unirà tutti davanti il televisore, nonostante l’ora tarda, per vivere una gara di 14’30” seguendo ogni bracciata, virata e subacquea col massimo dell’emozione. La finale dei 1500 stile libero dei nostri Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti è questo: un’iniezione di adrenalina nella quale saremo idealmente al blocchetto di partenza, per sostenere i due azzurri nella realizzazione del loro sogno.

Per Greg, la finale olimpica di Rio è la chiusura del cerchio, un percorso iniziato ai Giochi di Londra quando, non ancora maggiorenne, entrò nella finale a 5 Cerchi delle trenta vasche conquistando un onorevolissimo quinto posto. Da lì sono seguiti successi europei e mondiali in vasca da 25 e 50 metri e più ancora del cinese Sun Yang, fuori dalla finale in Brasile, è stato il carpigiano il vero n.1 della distanza per continuità di rendimento e crescita. Ora, tocca lui prendere il testimone lasciato da Sun ed entrare di diritto nell’Olimpo natatorio.

Le premesse ci sono tutte: miglior crono di ingresso in finale (14’44″51), prestazione super nell’anno 2016 (14’34″04) e la convinzione di aver lavorato per il raggiungimento del traguardo massimo. C’è poco altro da dire. Paltrinieri ci proverà con tutte le sue forze, perchè ,come dice lui, vorrà divertirsi e far divertire, andando alla ricerca dell’oro ma anche di un tempo che possa soddisfarlo.

Con lo stesso spirito determinato e fiero il suo “gemello”, il compagno di allenamenti Gabriele Detti che grazie a queste Olimpiadi è definitivamente sbocciato. Non è solo “the Paltrinieri’s friend” ma un vero campione, disposto a buttare il cuore oltre l’ostacolo per la conquista di un podio non semplice. Gli avversari sono forti: Mack Horton, Connor Jaeger e l’altro americano Jordan Wilmovsky. Servirà abbassare decisamente il personale di 14’46″48 per puntare ad un obiettivo simile. Ce la metterà tutta il livornese per far sì che almeno per qualche minuto, dopo l’importante spazio dedicato ai fenomeni americani, ci sia un momento tutto tricolore in cui due amici potranno guardare il mondo dall’alto di un podio prestigioso.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: fonte Len

Lascia un commento

Top