Nuoto, Olimpiadi Rio 2016: fischi per Efimova e la staffetta russa. E Lilly King col dito…

Yulia-Efimova-nuoto-foto-da-pagina-FB-Georgian-Swimmers-Club.jpg

Notte di record del mondo (ben tre: Sarah Sjoestroem, Adam Peaty e Katie Ledecky) e di cannibali (Michael Phelps al 19° oro olimpico della carriera con la 4×100 stile libero), ma anche di fischi per i russi esclusi da Rio 2016 e poi riammessi nelle ultime ore dal Cio. Succede a Yulia Efimova nella semifinale dei 100 rana e alla staffetta nell’ultima finale della sessione. Il pubblico brasiliano – che per altro sul tema doping avrebbe poco da parlare – non risparmia gli attacchi ai nuotatori più contestati dei Giochi.

E mentre Ruta Meilutyte, che più volte si era espressa contro il ritorno di Efimova, a RaiSport dice: “Quando sono in acqua non penso a chi ho di fianco, ma di certo non è bello ci sia lei“, la ranista statunitense Lilly King favorita per l’oro viene pizzicata dalle telecamere a compiere un gesto à la Dikembe Mutombo – il celebre cestista del “Not in my house” dopo una stoppata sotto canestro – proprio verso la campionessa del mondo russa. E domani c’è la finale

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Georgian Swimmers Club

Lascia un commento

Top