MotoGP, GP Repubblica Ceca 2016: capolavoro di Cal Crutchlow! Valentino Rossi 2°, Marquez 3°, Lorenzo 17°!

Marc-Marquez-FOTOCATTAGNI2.jpg

Cal Crutchlow si aggiudica uno dei GP di Repubblica Ceca più “strani” di sempre, per ciò che concerne la classe regina del Motomondiale. Prima vittoria in carriera per il britannico, punti pesanti in ottica iridata per Marc Marquez e Valentino Rossi. Jorge Lorenzo naufraga, al solito, in condizioni di pista “ibride”.

La gara. Ottima partenza di Dovizioso che, da settimo, si ritrova secondo dopo un giro, davanti al compagno di squadra Iannone. Caute le due Yamaha di Lorenzo e Rossi, fin troppo: 11° e 12° al primo passaggio sulla linea del traguardo. Marquez autorevole locomotiva del trenino.

Alla fine del secondo giro, un Dovizioso scatenato attacca e sorpassa alla grande il leader del Mondiale, che viene infilato anche da Iannone poco dopo. Le due GP16 degli azzurri e la GP15 del britannico Redding (partiva 14°!) prendono subito il largo, evidentemente favoriti dalle condizioni ibride della pista. Honda, ma soprattutto Yamaha, beffate dal non-asciugamento immediato della pista previsto nel pre-gara in sede di definizione dei set up.

Quando il primo terzo di gara è ormai alle spalle, anche Barbera in sella alla GP14 supera Marquez! Ducati Day, ma è presto per esultare… Valentino intanto guadagna una posizione (11°), mentre il team mate Lorenzo scivola in 15^. Ancora una volta, Squalo in difficoltà sull’umido infido.

A 13 giri dal termine, il primo grosso colpo di scena “secco” della gara: problemi ad una gomma per Dovizioso, costretto ai box, ergo a mollare un podio fino a quel momento consolidato. La classifica a metà gara: Iannone-Redding-Barbera-Crutchlow, davanti ad un Marquez in discesa (non libera, però), un Vinales “stazionario” in 7^ posizione, 8°Rossi in grande ascesa. Dal momento che anche Lorenzo è risalito in 11^, appare evidente che la mescola scelta da Yamaha per i suoi piloti ufficiali era quella buona per una pista in via d’asciugamento repentino.

Il prosieguo di gara, lo conferma! Ma solo per Valentino… A sette tornate dalla bandiera a scacchi, infatti, Lorenzo entra ai box per un cambio-moto assolutamente azzardoso: bolide con assetto da asciutto con tanto di slick, quindi. Dopo un giro, altro pit stop correttivo. Tutto alquanto assurdo. Intanto Rossi sorpassa facile un Marquez in difficoltà. Strategia-gomme in parte “bucata” per la Casa dell’Ala (Pedrosa addirittura 11°).

Rossi riprende e svernicia tutti in un amen, ritrovandosi sulle tracce di Cal Crutchlow, clamorosamente in testa per manifesta inferiorità degli pneumatici della Ducati di Iannone. L’abruzzese chiude, ottavo, con millimetri di gomma ancora in vita sull’anteriore, Marquez è bravissimo a limitare i danni arrivando terzo. Rossi resta secondo, Cal Crutchlow compie il capolavoro di carriera: prima vittoria in MotoGP. Lorenzo 17° e ultimo. Rossi supera così Lorenzo nella generale (+6) e prova a tenere in vita un Mondiale ancora nelle mani di Marquez (-53).

L’ORDINE DI ARRIVO

Pos. Punti Pilota Nazione Team Moto Data e ora/Distanza
1 25 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 47’44.290
2 20 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha +7.298
3 16 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda +9.587
4 13 Loris BAZ FRA Avintia Racing Ducati +12.558
5 11 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati +13.093
6 10 Eugene LAVERTY IRL Pull & Bear Aspar Team Ducati +13.812
7 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Yakhnich Ducati +23.414
8 8 Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati +24.562
9 7 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki +24.581
10 6 Tito RABAT SPA Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda +37.131
11 5 Yonny HERNANDEZ COL Pull & Bear Aspar Team Ducati +39.911
12 4 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda +41.097
13 3 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha +43.202
14 2 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia +45.687
15 1 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Yakhnich Ducati +1’02.201
16 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia +1’18.841
17 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 1 Giro
Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 7 Giri
Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 8 Giri
Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 9 Giri

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top