MotoGP, GP Austria 2016: Marquez per salutare la compagnia, Yamaha per rientrare in gioco

Marquez-Marco-Fattori-4.jpg

19 anni dopo l’ultima gara in cui trionfò l’australiano Mick Doohan, il Motomondiale torna sull’A1 Ring. Nel prossimo week-end spazio infatti al GP d’Austria 2016, con lo spagnolo Marc Marquez che tenterà di allungare irrimediabilmente in classifica. L’iberico, in sella ad Honda, ha attualmente 48 punti di margine sul connazionale Jorge Lorenzo, che con la sua Yamaha tenterà di iniziare a ricucire il gap.

Pista inedita quasi per tutti i piloti del circus, tranne che per Valentino Rossi, secondo nel 1997 in 125 dietro Ueda, Jack Miller, che nel 2011 prese parte ad una tappa del Campionato tedesco 125, e per coloro che hanno preso parte ai test dello scorso luglio, nei quali era assente proprio Marquez.

Test in cui le Ducati hanno sorpreso in positivo. Per questo motivo Andrea Dovizioso ed Andrea Iannone potranno sfruttare al meglio il feeling palesato dalla Rossa di Borgo Panigale con l’asfalto austriaco. Occhio anche a Maverick Vinales (Suzuki), competitivo durante i test.

Per Rossi, che deve recuperare 59 punti al leader Marquez, si tratta quasi dell’ultima spiaggia. Il Dottore dovrà necessariamente vincere, o cogliere il podio sperando in un regalino del terribile iberico.

Foto: Marco Fattori

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top