Lotta libera, Olimpiadi Rio 2016: Frank Chamizo conquista il bronzo, il titolo dei 65 kg è di Ramonov

Lotta-Frank-Chamizo-UWW.jpg

L’Italia conquista una medaglia nella lotta che mancava dal titolo di Andrea Minguzzi nella greco-romana a Pechino 2008. Questa volta, ad ottenerlo ai Giochi Olimpiadi di Rio 2016 è stato il liberista Frank Chamizo, che nella categoria 65 kg si è classificato al terzo posto al termine di un buon percorso, anche se l’italo-cubano è apparso meno brillante rispetto alla prestazione che gli consentì di ottenere il titolo mondiale a Las Vegas.

La giornata di Chamizo era iniziata con una vittoria in rimonta per 3-1 sull’armeno Devid Safaryan, già campione iridato, ed aveva seguito lo stesso copione ai quarti di finale, contro il ventiquattrenne georgiano Zurabi Iakobishvili, quinto classificato agli ultimi Campionati Europei. Proprio come nel match con Safaryan, Chamizo è subito passato in svantaggio nella prima ripresa per 1-0, e nel corso della seconda ha subito un’azione del lottatore caucasico, che si è portato addirittura per 3-0. Nella parte finale del match, però, l’italo-cubano è riuscito a ribaltare la situazione, spingendo per due volte Iakobishvili fuori dall’area di combattimento ed assumendo una posizione dominante a pochi secondi dalla fine, riuscendo ad imporsi per 4-3.

La battuta d’arresto, come anticipato è arrivata in semifinale, dove il rappresentante italiano è stato superato per 7-4 dall’azero Toghrul Asgarov, lo stesso atleta che lo aveva battuto lo scorso anno nella finale dei Giochi Europei di Baku 2015. L’incontro è risultato molto equilibrato, con continui capovolgimenti di fronte, e con un ultima azione che è stata contestata dallo staff italiano, che ha richiesto il videocheck. Il ricorso, sul 6-4, è stato respinto, assegnando il settimo punto e la vittoria finale al rappresentante della repubblica caucasica.

L’azzurro si è comunque rifatto nel match per il bronzo, che l’ha visto opposto allo statunitense Frank Molinaro, battuto per 5-3. Anche in questo caso Chamizo ha saputo reagire nei momenti finali ad una situazione non favorevole, andando a prendersi un podio che comunque resta un grandissimo risultato per la lotta azzurra. Contestatissima l’altra finale per il bronzo, che dopo diversi videocheck ha premiato per 8-7 l’uzbeko Ikhtiyor Navruzov, vicecampione mondiale, ai danni del mongolo Mandakhnaran Ganzorig. L’asiatico ha ingenuamente iniziato ad esultare prima della fine dell’incontro, venendo penalizzato per essere letteralmente scappato sulla materassina: a nulla sono servite le proteste dei due allenatori, rimasti quasi nudi di fronte ai giudici per protesta.

La finalissima per l’oro non ha invece avuto storia, con il russo Soslan Ramonov, campione mondiale nel 2014, che ha dimostrato la propria superiorità su tutto il lotto dei partecipanti, vincendo per 11-0 in circa due minuti su Toghrul Asgarov.

CLASSIFICA FINALE
1 RUS RAMONOV Soslan
2 AZE ASGAROV Toghrul
3 ITA CHAMIZO MARQUEZ Frank
3 UZB NAVRUZOV Ikhtiyor
5 USA MOLINARO Frank Aniello
5 MGL GANZORIG Mandakhnaran
7 CUB VALDES TOBIER Alejandro Enrique
8 BUL NOVACHKOV Borislav Stefanov

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: United World Wrestling

giulio.chinappi@oasport.it

One thought on “Lotta libera, Olimpiadi Rio 2016: Frank Chamizo conquista il bronzo, il titolo dei 65 kg è di Ramonov”

  1. Gabriele Dente scrive:

    Oggi, per sua stessa ammissione, non era al meglio e lo si è visto. E questo è motivo di rammarico, anche se Ramonov ha battuto nettamente tutti gli avversari e ha meritato nettamente.
    Il ruolo di favorito non si addice agli azzurri nel contesto olimpico. Ormai ne sono sempre più convinto.

Lascia un commento

Top