Lotta greco-romana, Olimpiadi Rio 2016: Mijaín López entra nella leggenda, terzo titolo tra i 130 kg

Lotta-Mijain-Lopez-UWW.jpg

Il trentatreenne cubano Mijaín López è entrato di diritto nella leggenda della lotta greco-romana, conquistando, ai Giochi Olimpici di Rio 2016, una terza medaglia consecutiva nella massima categoria di peso, la 130 kg, impresa riuscita in questo stile solamente al russo Aleksandr Karelin. Il cinque volte campione mondiale si è preso la sua rivincita sul rivale designato, il turco Rıza Kayaalp, che lo aveva sconfitto nella finale dei Campionati Mondiali dello scorso autunno: il caraibico si è imposto con un netto 6-0, aprendo subito l’incontro con una spettacolare proiezione che ha indirizzato la medaglia d’oro verso Cuba. Per l’isola si tratta del secondo titolo dopo quello vinto ieri da Ismael Borrero Molina nella categoria 59 kg.

La Russia ha conquistato la medaglia di bronzo grazie a Sergey Semenov, che ha dominato per 6-0 l’estone Heiki Nabi: il baltico, già medagliato quattro anni fa a Londra, non è riuscito a confermarsi sul podio a cinque cerchi. Terzo posto anche per l’azero Sabah Shariati, che invece ha superato per 3-0 il tedesco Eduard Popp. In tutto il torneo, comunque, sono stati i due finalisti a dimostrare una netta superiorità nei confronti di tutti gli altri contendenti, fino allo scontro finale che ha laureato il nuovo campione olimpico.

CLASSIFICA FINALE
1 CUB LOPEZ NUNEZ Mijain
2 TUR KAYAALP Riza
3 AZE SHARIATI Sabah
3 RUS SEMENOV Sergey
5 GER POPP Eduard
5 EST NABI Heiki
7 GEO KAJAIA Iakobi
8 SWE EUREN Johan Magnus

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: United World Wrestling

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top