LIVE – Atletica, Olimpiadi Rio 2016 in DIRETTA – Trost quinta, Rossit subito fuori, oro Beitia. 4×400 sesta con rimpianti, Centrowitz re a sorpresa dei 1500, Semenya e Farah come da copione

Alessia-Trost-Atletica-Profilo-FB-Trost.jpg

Penultima giornata dei Giochi Olimpici di Rio 2016: nella notte italiana, l’atletica leggera assegnerà ben sette titoli olimpici, con l’Italia che spera nelle due specialiste del salto in alto, Alessia Trost e Desirée Rossit. Dalle ore 01:30 italiane, potrete trovare di seguito tutti gli aggiornamenti sulle competizioni a cinque cerchi.

CLICCA F5 O REFRESH PER AGGIORNARE LA PAGINA

3.40: si chiude qui l’ultima sessione in pista dell’atletica a Rio. Appuntamento a domani, 14.30 per la maratona

3.38: Vittoria degli Usa con 2’57″30, davanti a Giamaica (2’58″16), terzo posto per Bahamas (2’58″49), quarto il Belgio, battuto dalle Bahamas in volata, quinto il Botswana che per tre quarti ha gareggiato al livello degli Usa

3.36: a metà gara Usa, Botswana e Giamaica

3.35: partita la 4×400 uomini

3.30: tra poco l’ultima gara in pista delle Olimpiadi di Rio, la 4×400 uomini: Brasile, Polonia, Giamaica, Belgio, Usa, Bahamas, Botswana, Cuba

3.25: raffica di squalifiche nei 5000 metri. Chelimo, secondo, viene squalificato per scorrettezze come Ahmed ed Edris. L’etiope Gebrhiwet è secondo e il veterano statunitense Lagat sale sul terzo gradino del podio, completando così una carriera straordinaria

3.16: vincono gli Usa con 3’19″16, seconda Giamaica con 3’20″34, terzo posto per la Gran Bretagna in 3’25″88, Italia sesto posto con 3’27″05, a un certo punto abbiamo creduto nel bronzo ma Grenot alla fine non ne aveva più

3.14: al secondo cambio Usa, Giamaica e staccata Canada

3.12: partita la 4×400 donne

3.09: nullo di Walcott. Dunque podio assegnato: oro alla Germania con Rohler (90.30), argento al Kenya con Yego (88.24), bronzo a Trinidad e Tobago con Walcott (85.38)

3.08: podio già deciso nel giavellotto. Mancano gli ultimi due (Yego è già fuori). Se Walcott non migliora oro a Germania

3.07: per l’Italia in gara Chigbolu, Spacca, Folorunso, Grenot

3.06: queste le nazionali in gara. Italia, Australia, Gran Bretagna, Ucraina, Giamaica, Usa, Canada e Polonia

3.05: entrano in pista le atlete della 4×400 con l’Italia in gara

2.58: il tedesco Rohler lancia il giavellotto a 90.30 e supera in testa Yego che non può più lanciare

2.54: Oro per la Spagna con Beitia, argento Bulgaria con Demireva, bronzo Vlasic (Croazia)

2.54: sbaglia anche Lowe, prima aveva sbagliato Demireva. Finisce la gara

2.53: Vlasic sbaglia il terzo tentativo di pochissimo a 2 metri. Beitia certa del podio

2.51: Beitia sbaglia ancora a 2 metri ed è fuori ma in testa per il momento

2.50: dopo quattro lanci nel giavellotto non cambia nulla. Yego, infortunato, è in testa, davanti a Rohler e Walcott, quarto Vetter, quinto Kosynsyy

2.48: imbattibile Mo Farah!!!!!! 13’03″31 e volatissima nell’ultimo giro. Secondo lo statunitense Chelimo che ha insidiato il regno del re d’Inghilterra, terzo posto per Gebrhiwet (Etiopia), quarto l’altro etiopeEdris.

2.47: Beitia secondo errore a 2 metri

2.47: ultimo km dei 5000, sempre Farah in testa

2.45: Mo Farah in testa ai 3400 metri

2.45: anche per Vlasic arriva l’errore

2.43: sbaglia Demirieva a 2 metri

2.43: errore anche di Beitia

2.41: Lowe sbaglia il primo tentativo a 2 metri

2.38: Trost chiude al quinto posto

2.36: al via i 5000 uomini con Gebremeskel, Chelimo, Gelant, Ahmed, Farah, Lagat, Osma, Torrence, Balew, Edris, Butchart, Rop, Cheptegei, Robinson, Gebrhiwet, Mead

2.36: Lowe supera 1.97 e va avanti

2.34: Trost eliminata, al momento è quarta

2.34: Skoog sbaglia ed è eliminata

2.33: fuori Gerashchenko e Spencer

2.32: solo tre atlete hanno superato 1.97. Ultimo tentativo per tutte le altre ancora in gara

2.26: Vlasic supera 1.97 al secondo tentativo e toglie dal podio virtuale Trost

2.26: errore nettissimo di Trost al secondo tentativo a 1.97

2.25: errori per Spencer e Skoog al secondo tentativo a 1.97. Chi supera questa misura può trovarsi proiettato verso il podio

2.22: tanti errori al primo tentativo a 1.97. Chi ha studiato la progressione ha rovinato lo spettacolo. Qualche salto intermedio in più avrebbe reso più divertente la gara

2.21: dopo la seconda rotazione di lanci nel giavellotto non cambia nulla. Sempre Yego in testa

2.20: Demireva ha superato 1.97 al primo tentativo, stabilendo il personale stagionale

2.19: Semenya come da pronostico domina gli 800 con 1’55″28, seconda Niyonsaba, bronzo Wambui, quarto posto per Bishop, quinta Jozwik

2.18: Trost  sbaglia il primo tentativo a 1.97

2.17: partitei gli 800 donne

2.14: nell’alto si sale a 1.97 e Beitia piazza già un colpo importante superando la misura al primo tentativo

2.13: in pista le protagoniste degli 800 metri donne: Grace, Jozwyk, Semenya, Wambuy, Niyonsaba, Bishop, Sharp, Arzamasova

2.12: fuori assieme a Rossit Treasure, Palsyte, Cunningham e Radzivil

2.10: il kenyano Yego va in testa alla gara del giavellotto con 88.24, davanti a Rohler (87.40) e Walcott (85.38)

2.10: Gerashchenko supera 1.93 al terzo tentativo

2.09: Rossit fallisce anche il terzo tentativo a 1.93 e viene eliminata

2.07: fantastica vittoria dello statunitense Centrowitz che ha impostato una voltata lunghissima di testa, argento per l’algerino Makhloufi, terzo posto per il neozelandese Willis. Delusione per gli africani, in particolare il kenyano Kiprop, favoritissimo della vigilia e vittima di qualche scontro nei primi giri

2.05: Kwemoi cade agli 800 metri

2.04: partiti i 1500 uomini

2.03: Licwinko e Jungfleisch superano 1.93 al secondo tentativo

2.02: Skoog e Vlasic al secondo tentativo superano 1.93

2.01: Rossit commette il secondo errore a 1.93

2.00: in pista i protagonisti dei 1500 uomini: Souleiman, Iguider, Kiprop, Centrowitz, Musagala, Gregson, Makhloufi, Grice, Brannen, Willis, Blankenship, Kwemoi, Bustos

1.59: inizia la finale del giavellotto uomini. I protagonisti: Walcott, Vedler, Vadlejch, Kosynskyy, Ruuskanen, Vesely, Weber, Yego, Rohler, Toledo, Arai, Frydrych

1.55: Lowe supera gli 1.93

1.52: per ora quota 1.93 superata da Beitia, Spender e Demireva

1.51: Bene Trost!!!! Supera 1.93 al primo tentativo

1.47: Rossit commette un errore a 1.93

1.43: Treasure supera 1.88 alla terza prova e dunque tutte avanti. Prossima misucra 1.93, si preannuncia già una bella selezione

1.42: Vlasic supera 1.88 al secondo tentativo

1.41: Rossit supera a fatica l’1.88 alla seconda prova con l’asticella che balla ma non cade

1.36: errore di Vlasic a 1.88

1.35: Trost supera 1.88 senza problemi

1.34: errore di Rossit a 1.88

1.34: Spencer e Demireva primo errore a 1.88

1.31: Beitia, Spencer, Palsyte, Gerashchenko, Skoog, Demireva, Rossit, Treasure, Trost, Vlasic, Lowe, Juggfleisch, Licwinko, Lake, McPherson, Radzivil, Cunningham le protagtoniste

1.30: ultima notte di gare allo stadio Olimpico di Rio. E’ subito italia con Rossit e Trost impegnate nella finale dell’alto donne

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top