LIVE – Atletica, Olimpiadi Rio 2016 in DIRETTA – 4×400 azzurra in finale! Bolt tris d’oro! Nazarov e Stefanidi festeggiano. Nella marcia oro a Cina e Slovacchia

Eleonora-Giorgi.jpg

La giornata di venerdì 19 agosto inizierà con l’assegnazione di due titoli della marcia, quello della 50 km maschile e quello della 20 km femminile. Proprio quest’ultima gara rappresenta una delle poche speranze azzurre di medaglia nell’atletica, con tre rappresentanti potenzialmente da podio. Seguite con noi la nuova giornata di competizioni dell’atletica leggera alle Olimpiadi di Rio 2016, partire dalle ore 13:00 con la partenza della 50 km.

CLICCA F5 O REFRESH PER AGGIORNARE LA PAGINA

3.45: con la festa di Bolto e della Giamaica si chiude la penultima giornata del programma in pista dell’atletica a Rio. Appuntamento a domani notte per l’ultima sessione di finali con tanto azzurro al femminile: Trost, Rossit e la 4×400 donne

3.43: ancora tris d’oro per Bolt. Giamaica oro con 37″27, incredibile argento per il Giappone con 37″60, terzo posto per i deludenti Stati Uniti con 37″62, quarto Canada

3.38: entrano in pista i protagonisti della 4×100 uomini: sarà terzo oro per Bolt?

3.36: Morris sbaglia di pochissimo i 5.85. Oro per Stefanidi (Grecia), argento Usa con Morris, bronzo Nuova Zelanda con McCartney

3.35: Stefanid sbaglia tutti e tre i tentativi a 4.85. Ora morris ha l’ultima possibilità

3.27: meno di dieci minuti all’ultima gara di oggi: la 4×100 maschile. Le nazioni al via: Gbr, Brasile, Usa, Giamaica, Giappone, Cina, Canada e Trinidad e Tobago

3.23: Navarov del Tajikhistan vince l’oro nel martello con 78.68, secondo posto per Tsikhan (77.79; terzo posto per Nowicki (Pol)

3.22; sbagliano McCartney e Boyd il terzo tentativo a 4.85. McCartney (Nuova Zelanda) è terza. In gara restano Stefanidi e

3.20: gli Usa, prima squalificati poi ripescati, vincono l’oro nella 4×100 donne con 41″01, secondo posto ler Giamaica (41″36), terza la Gran Bretagna con 41″77

3.19: eliminata Buchler nell’asta

3.17: tutto pronto per la 4×100 donne

3.17: nel martello Nowicki con 77.73 si inserisce al terzo posto provvisorio

3.13: Morris supera i 4.85 nell’asta donne

3.13: Stefanidi supera 4.85 al secondo tentativo e va in testa all’asta

3.12: Nazarov si migliora ulteriormente: 78.68 e primo posto coinfermato

3.09: tra poco la 4×100 donne con Usa, Canada, Nigeria, Germania, Gbr, Giamaica, Trinidad e Tobago, Ucraina

3.08: nessuna atleta supera 4.85 al primo tentativo

3.03: eliminata Bradshaw che non supera 4.80

3.02: anche Boyd supera 4.80 al secondo tentativo

3.01: Morris supera 4.80 al terzo tentativo

2.58: Stefanidi supera 4.80 al secondo tentativo!

2.56: McCartney supera i 4.80 al primo tentativo

2.55: doppietta Kenya nei 5000 con Cheruiyot oro e Obiri argento, bronzo deludente per Ayana che ha perso smalto negli ultimi tre giri

2.53: Ayana si è pantata, superata da Cheruiyot e Obiri

2.52: Bradshaw sbaglia a 4.80

2.51: Boyd supera 4.70 al terzo tentativo. Restano in sei in gara

2.50: Nazarov del Tajikhistan va in testa al martello con 78.07

2.49: la cubana Silva è eliminata a 4.70 nell’asta

2.48: Ayana ha già un vantaggio di 50 metri sul gruppo

2.48: nell’asta eliminata anche Strutz

2.46 eliminata nell’asta anche la campionessa olimpica uscente Suhr

2.46: accelerazione decisa di Ayana nei 5000

2.45: eliminata la tedesca Ryzih nell’asta

2.44: ritmo lento nei primi giri dei 5000, niente record del mondo

2.42: Morris supera i 4.70 al secondo tentativo. Rischia l’eliminazione Silva, due errori

2.37: riuscirà Ayana a migliorare il record del mondo anche dei 5000? Tra poco lo saprem. Stanno per partire le protagoniste, fari puntati sull’etiope che cerca la doppietta

2.36: il messicano Del Real si inserisce al terzo posto del martello con 76.05

2.35: McCartney e Buchler superano al primo tentativo i 4.70

2.34: squalificata la Gran Bretagna assieme all’India nella 4×400 Dentro il Brasile, prima squadra esclusa per i tempi

2.33: Elseify con 75.40 si inserisce al terzo posto nel martello. Nazarov avvicina Tsikhan con 77.27 ma resta secondo

2.31: nell’asta Buchler e Strutz superano i 4.60, solo due eliminate finora, si sale a 4.70 già superato da Stefanidi e Bradshaw al primo tentativo

2.28: fra una decina di minuti il via dei 5000 femminili. Le protagoniste: Houlihan, Kuijken, Wellings, Teferi, Obiri, Hamblin, Can, Lacaze, Wenth, Uehara, Heiner Hills, Yeshaneh, Grovdahl, McColgan, Cherono, D’Agostino, Ayana, Cheuiyot.

2.25: queste le finaliste della 4×400: Giamaica, Usa, Botswana, Polonia, Gbr, Belgio, Bahamas e Cuba. Squalificata Trinidad e Tobago

2.23: la Gbr vince la seconda semifinale della 4×400 con 2’58″88, davanti a Belgio e Bahamas

2.23: il bielorusso Tsikhan si riprnde la testa della classifica con 77.23

2.20: al via la seconda semifinale della 4×400 uomini. In gara Gbr, Bahamas, Repubblica Dominicana e Belgio

2.19: Nazarov va in testa alla classifica provvisoria del martello con 76.16

2.19: nell’asta eliminate Sutej e Ahbe

2.15: Tsikhan (Bielorussia) in testa al martello (da completare il primo turno di lanci) con 76.13

2.13: la Giamaica vince la prima semifinale della 4×400 con 2’58″29 davanti a Usa e Trinidad e Tobago

2.13: Bradshaw e Suhr superano 4.60 nell’asta

2.10: al via la prima semifinale della 4×400 uomini con Usa, Giamaica, Francia e Polonia

2.10: nell’asta McCartney e Boyd superano 4.60

2.07: iniziata la finale del martello uomini. I protagonisti: Tsikhan, Del Real, Pars, Lomnicky, Soderberg, Domingos, Marghiev, Elseifi, Kalamoyets, Nowicky, Vynoihradov, Nazarov

2.03: nell’asta Stefanidi e Morris superano al primo tentativo 4.60

1.58: queste le squadre qualificate per la finale della 4×400: Usa, Ucraina, Polonia, Giamaica, Gbr, Canada, Italia e Australia

1.57: la Giamaica vince la seconda semifinale con 3’22″38, davanti a Gbr e Canada

1.55: Italia in finale!!! Grande impresa delle azzurre che con 3’25″16 migliorano il record italiano e chiudono quarte ma sono ripescate per il miglior tempo

1.53: Giamaica prima dopo la prima frazione, Italia un po’ indietro

1.50: al via la seconda semifinale della 4×400. Per l’Italia Chigbolu, Spacca, Folorunso, Grenot

1.46: netta vittoria per gli Usa che vincono in 2’21″43, davanti all’Ucraina e alla Polonia, quarta ma non ancora qualificata l’Australia

1.43: in pista sono pronte le protagoniste della prima semifinale della 4×400 donne. Nell seconda c’è l’Italia. Ora, fra le altre, Usa, Francia e Polonia

1.30: inizia la penaultima sessione notturna dell’atlwetica leggera. Si parte con l’asta donne. Le protagoniste: Stefanidi, Bradshaw, Sutej, Rizih, Morris, Ahbe, Suhr, Strutz, Silva, McCartney, Boyd, Cuchler

21.01: Rigaudo è undicesima a 2’29”

21.00: bronzo per la cinese Lu a 7″ e grandissimo quartop posto per Palmisano a 28″, quinta Qieyang

21.00: vince Liu, secondo posto per la messicana Gonzalez

20-59: volata a due per l’oro

20.58: perde contatto Lu

20.57: sarà sprint finale a tre

30.56: Palmisano viene raggiunta di nuovo da Qiyang

20.54: aumenta il distacco di Palmisano dalle prime tre

20.53: Palmisano stacca Qieyang

20.52: mancano 1600 metri, davanti non cedono, Palmisano ne ha ancora

20.51: al km 18 terzetto in testa, Palmisano e Qieyang a 3″

20.50: Palmisano ha agganciato Qieyang al quarto posto. Davanti le tre procedono spedite

20.48: niente da fare al momento per Palmisano, dal gruppo di testa si stacca anche Qieyang

20.47: adesso Palmisano sembra staccarsi dal gruppo di testa. Momento difficile per l’azzurra

20.42: Qeyang, Lu, Liu, Gonzalez e Palmisano in testa ai 16 km

20.41: appena le cinesi rallentano, Palmisano recupera la posizione nel gruppetto

20.41: tre cinesi davanti, Gonzalez e Palmisano al gancio ma ancora aggrappata al gruppetto di testa

20.40: forcing delle cinesi, Palmisano apparentemente in difficoltà

20.39: restano in cinque avanti. C’è Palmisano

20.37: km 15 e 1h07’20” il passaggio. Sempre le sette avanti.

20.34: sono in sette davanti: 1h03’01” al km 14. C’è Palmisano. Rigaudo è decima a 23″

20.31: Cabecinha e Qieyang rientrano nel gruppo di testa. Rigaudo è decima ma lontana

20.29: Giorgi in lacrime abbracciata a Perricelli ma ci sono da rivedere tante cose se si esce di gara al km 13 e lo si fa in modo reiterato…

20.29: speranze azzurre aggrappate a Palmisano che adesso rientra nel gruppetto e va a tirare

20.28: squalificata Eleonora Giorgi. Fa fatica anche Palmisano

20.26: Giorgi adesso si sfila. Ha subito il secondo rosso

20.24: ai 12 km passaggio a 54″11. Sempre sei atlete davanti

20.22: sono le cinesi a fare l’andatura ma le azzurre sembrano bene in spinta

20.20: Liu, Lu, Palmisano, Giorgi, De Sena e Gonzalez a guidare la gara, più indietro Rigaudo

20.20: Due cinesi, due azzurre, una brasiliana e una messicana

20.19: se ne vanno in sei e ci sono due italiane! Palmisano e Giorgi

20.18: proposta di squalifica per Giorgi a metà gara. Pa,misano avanza e si posiziona nel gruppo di testa

20.17: accelerazione progressiva nell’ultimo km. Giorgi sembra stare bene

20.14: le azzurre provano a rientrare. Palmisano ci riesce, Rigaudo meno

20.13: si staccano Rigaudo e Palmisano assieme ad altre atlete. Le cinesi stanno facendo il forcing

20.09:bene Giorgi nella parte alta del gruppo di testa composto da una quindicina di atlete. In coda al gruppo ma agganciate al gruppo Rigaudo e Palmisano

20.04: si inizia a fare sul serio ed Eleonora Giorgi risale le posizioni ed è nelle prime posizioni

20.00: passaggio ai 6 km in 27″26. La cinese Lu è in testa, gruppo di una ventina di atlete in testa, con le tre azzurre

19.56: gruppo di testa sfilato. Rigaudo si mantiene nelle prime posizioni, Giorgi un po’ più indietro. Sono le cinesi a fare l’andatura

19.49: dopo 4 km iniziano a sfilarsi le prime atlete dal gruppo. Rigaudo e Giorgi nelle prime posizioni del gruppo

19.47: arriva una notizia che riguarda la 50 km maschile. Squalificato il giapponese Arai che aveva toccato il canadese Dunfee. Il canadese è medaglia di bronzo

19.39. gruppo allungato ma compatto dopo circa 10′ di gara

19.33: gara iniziata, gruppo compatto

19.30: preoccupazione per le condizioni fisiche della punta di diamante azzurra, Eleonora Giorgi, vittima ieri di una distorsione alla caviglia

19.29: tutto pronto per la partenza della 20 km di marcia donne. . Al via per l’Italia Rigaudo, Giorgi e Palmisano

16.56: appuntamento alle 19.30 per la 20 km femminile

16.55: 21mo posto per Marco De Luca, unico azzurro al traguardo

16.49: arrivano Erickson e Wang, decimo e undicesimo

16.47: settimo posto per il norvegese Haukenes, ottavo un incredibile Diniz che riesce a tagliare il traguardo, nono il brasiliano Bonfim

16.44: Heffernan chiude al sesto posto

16.43: il cinese Yu chiude al quinto posto

16.42: medaglia d’argento per l’australiano Tallent, bronzo per il giapponese Arai, quarto Dunfee

16.41: grande vittoria di Matej Toth in 3h 40’58”

16.41: Tallent, qualche metro indietro Arai e ancora piùà indietro Dunfee che è in crisi

16.40: Arai ha ripreso vigore e va all’inseguimento di Tallent che è lì poco avanti. Toth è fuori portata.

16.38: va in crisi Dunfee, Arai reagisce e il canadese va in crisi

16.36: Dunfee fatica a chiudere un buco di qualche metro con Arai

16.35: Dunfee aggancia Arai nella lotta per il bronzo

16.33: ultimo giro da 2 km da percorrere. Toth davanti, dietro Tallent, Arai sta per essere raggiunto da Dunfee

16.32: Toth riprende e supera Tallent. Oro che va verso la Slovacchia

16.31: Tallent sta per essere raggiunto da Toth

16.29: Toth arriva a velocità doppia rispetto a Tallent

16.27: Toth ha nel mirino Tallent, solo 10″ fra i due atleti

16.24: Toth si avvicina a Tallent: sono 16 i secondi di svantaggio dello slovacco dall’australiano. Ha recuperato 6 secondi in un km

16.21. ai 45 km Tallent è primo con 22″ di vantaggio su Toth, 26″ su Arai, 41″ su Dunfee, 57″ su Yu, 1’27” su Heffernan

16.18: Toth guadagna qualche metro di vantaggio su Arai nella lotta per l’argento. Tallent sembra lontano e impendibile ma mancano ancora più di 5 km

16.13: Arai e Toth staccano Dunfee nella lotta per l’argento

16.12: ancora Diniz fermo in mezzo alla strada. Fermatelo!!!

16.03: Dunfee fa l’elastico e prova a rientrare su Toth e Arai

16.02: lentamente il cinese Yu e Dunfee stanno staccandosi da Toth e Arai all’inseguimento di Tallent

15.57: Tallent se ne va. Fuga dell’australiano

15.55: adesso provano l’azione Tallent e Arai, qualche metro di vantaggio sugli altri tre

15.52: gruppetto di cinque atleti in testa. Si avvicinano ai 40 km. Ritiro per Matteo Giupponi

15.48: il gruppetto dei quattro si avvicina a Dunfee

15.46: Diniz si rialza e riparte

15.46: Diniz sviene in strada, possibile insolazione

15,43: abbastanza incomprensibile l’atteggiamento di Diniz che adesso riparte all’inseguimento di Dunfee. Tallent sembra in difficoltà

15.42: ai 35 km passa De Luca sempre 19mo ma in forte crisi perchè ha perso quasi due minuti da Dunfee

15.38: Diniz ripreso dal gruppetto dei quattro che insegue Dunfee

15.35: Al km 35 Dunfee ha 8″ di vantaggio su Diniz, dietro a 13″ restano in quattro, Toth, Tallent, Arai e Yu, sembra staccarsi l’irlandese Heffernan

15.32: Dunfee va in fuga in solitaria, Diniz insegue. Squalificato l’azzurro Caporaso e anche uno dei componenti del gruppetto che insgue il battistrada, l’ecuadoriano Chocho

15.28: De Luca passa 19mo a 3’51” da Dunfee, che fa da riferimento perchè Diniz lo ha di fatto aspettato

15.26: strano atteggiamento di Diniz che si è fermato… Sembrava in seria difficoltà poi al passaggio di Dunfee è ripartito al ritmo del canadese

15.25: Diniz di fatto aspetta Dunfee e riparte assieme al canadese

15.23: si ferma Diniz!!!

15.22: azione decisa di Dunfee che avvicina Diniz: 1’15” il distacco, 1’27” il distacco del gruppetto dietro

15.15: Diniz ai 30 km ha 1’28” di vantaggio su Dunfee che ha preso decisamente l’iniziativa alle sue spalle. Gruppetto allungato alle spalle del canadese. Dietro si stacca Giupponi dal secondo gruppo inseguitore, resta dentro De Luca

14.51: 1h49’31” il passaggio di Diniz a metà gara. 1’40” il ritardo per Toth e Dunfee

14.47: è un dominio assoluto quello di Diniz… Verso metà gara cresce ancora il suo vantaggio: 1’36”

14.33: al km 20 1’22” di vantaggio per Diniz sul gruppetto, azzurri a oltre 3′ dalla vetta

14.23: cresce il vantaggio di Diniz a 1’13”

14.15: Diniz resta in fuga, Toth ha qualche metro di vantaggio sugli altri otto inseguiitori, dietro gli azzurri sempre più staccati dalla vetta

14.02: gli azzurri sono stati inglobati in un gruppetto di sette atleti, tre dei quali si sono sganciati dal gruppone che segue. Situazione cristallizzata davanti in attesa del passaggio al 15mo km. Per Diniz 52″ di vantaggio sul gruppetto

13.55: cresce ancora il ritmo di Diniz in testa. Il vantaggio del francese supera i 40″

13.49: i due azzurri staccano Han e Morioka e restano assieme all’inseguimento del gruppo di testa.

13.45: Diniz passa ai 10 km in 44’18”. Il gruppetto di Toth è a 30″, gli azzurri passano a 1’11”

13.44: la composizione del gruppo degli inseguitori di Diniz: Toth, Tallent, Dunfee, Hefferson, Chocho, Nava, Yu, Tanii e Arai

13.40: si è creato alle spalle de gruppetto dei nove un altro gruppetto con quattro atleti, i due azzurri De Luca e Giupponi, un cinese e un giapponese

13.39: lo slovacco Toth prende l’iniziativa e si mette alla caccia di Diniz che ha 27″ di vantaggio

13.35: sono nove gli atleti che inseguono Diniz

13.30: si staccano gli azzurri dal gruppo inseguitore. De Luca è più indietro e Giupponi è a una ventina di metri da solo

13.20: Diniz è in fuga con 20″ sul gruppetto. Gli azzurri sono nelle posizioni di rincalzo del gruppo

13.11: si stanno definendo le posizioni: Diniz tenta la fuga e alle sue spalle si alza il ritmo per non lasciare troppo spazio al francese. Si forma un gruppetto con una quindicina di atleti fra cui De Luca e Giupponi

13.04: avvio subito interessante. Va in fuga il serbo Savanovic ma a tentare di raggiungerlo è uno dei grandi favoriti, il francese Diniz

13.02: inizia la lunga giornata della marcia a Rio. Partita la 50 km maschile. Tre gli azzurri al via: Caporaso, De Luca e Giupponi

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top