LIVE – Atletica, Olimpiadi Rio 2016 in DIRETTA – Rudisha ancora re degli 800, tra poco Libania

oa-logo-correlati.png

Nuova giornata di competizioni per l’atletica leggera ai Giochi Olimpici di Rio 2016. In programma, questo pomeriggio, le finali del lancio del martello e dei 3.000 metri siepi femminili, ma anche numerose qualificazioni, in particolare quella del salto triplo maschile, dove sarà presente Fabrizio Donato, unico azzurro medagliato a Londra 2012.

Il programma di oggi

CLICCA IL TASTO F5 O FAI REFRESH PER RICEVERE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

4.56: epilogo incredibile del salto con l’asta: Da Silva con 6.03 vince la medaglia d’oro. Lavillenie, fischiato ingustamente dal pubblico di Rio all’ultimo tentativo, fallisce di un soffio i primi due tentativi e si ferma sul secondo gradino del podio

4.48: Da Silva supera 6.03!!!!!!!! Ora è in testa

4.47: Lavillenie secondo errore a 6.03

4.45: sbaglia anche Da Silva a 6.03

4.49: errore a 6.03 di Lavillenie

4.39: Lavillenie supera i 5.98

4.34: esce di gara Kendricks ed è terzo

4.31: Da Silvaaaa!!! Supera i 5.93 e resta in gara!!! Delirio carioca allo stadio olimpico

4.30: Kudlicka sbaglia ancora ed è quarto

4.29: a 5.93 un errore per tutti gli avversari del francese

4.24: Lavillenie supera 5.93 al primo tentativo

4.20: Lavillenie supera 5.85, così come Da Silva e Hendricks

4.16: Kudlicka, Lisek, Da Silva e Lavillenie ancora in gara nell’asta a 5.75

4.13: Da Silva supera 4.75 alla prima prova e pareggia Lavillenie

4.08: Shaunae Miller vince l’oro con 49″44, davanti a Felix con 49″51, bronzo per la Giamaica con Jackson, Grenot, per 300 metri protagonista, è crollata nel finale e ha chiuso ottava con 51″25

4.07: partita la finale dei 400 donne

4.04: Lavillenie a 5.75 stavolta non sbaglia e va in testa

3.56: queste le protagonista della finale dei 400 metri: Zemlyak, Grenot, Francis, Felix, Jackson, Hastings, Miller, McPherson

3.51: anche Kendriks e Xue superano 5.65 nell’asta. Eliminato Balner, 5 5’30” dal termine del secondo quarto

3.46: Rudisha!!!! E’ oro bis per il kenyano copn 1’42″15, argento per l’algerino Makhloufi (1’42″61), terzo Murphy (1’42″93)!

3.46: passaggio a 49″23 ai 400

3.45: partita la finale degli 800 uomini

3.44: Kudlicka, Da Silva e Lisek per ora hanno superato i 5.65

3.37: tutto pronto per la finale degli 800 metri uomini!. I protagonisti: Murphy, Lewandowski, Rudisha, Bosse, Kipketer, Makhloufi, Berian e Rotich

3.30: male Marzia Caravelli che crolla nel finale e arriva ultima nella sua batteria. Vince Doyle (55″46), seconda Watson (Canada), terza Kolesnychenko. Per Caravelli 57″77.

3.27: gara dell’asta ferma per un problema tecnico all’apparato di posizionamento dell’asticella.

3.22: Muhammad (Usa) vince la quinta batteria dei 400 hs davanti a Montcalm (Canada) e Titimets (Ucraina)

3.18: al momento hanno superato nell’asta i 5.50 Balner, Filippidis, Kandriks, Kudljcka, Lisek, Sawano, Barber, Chiaraviglio, Xue

3.15: buona gara di Pedroso che chiude al quarto posto con 55″91, che è per il momento il miglior tempo di ripescaggio. Vince Petersen (Danimarca) con 55″20, seconda Nel (Sudafrica), terza Ankiewicz (Polonia)

3.07: la statunitense Spencer vince con 55″12 la quarta batteria dei 400 hs, davanti a Nugent (Giamaica) e Tkachuk (Ucraina).

3.00: Linkiewicz vince la batteria dei 400 hs con 56″07. Seconda Russell /Giamaica), Terza Claxton (Portorico)

2.55: ripresa la finale dell’asta

2.53: l’australiana Samuels entra nel lotto delle qualificate alla finale del idisco con 64.46

2.51: l’azzurra Folorunso è qualificata per le semifinali dei 400 ostacoli (passano le prime tre e i migliori sei tempi). Vince la giamaicana Tracey (54″88), seconda Hejnova, terza Folorunso con 55″78

2.47:Perkovic, spalle al muro, lancia il disco a 64.71. Anche Caballero trova la misura dopo due nulli Perkovic e Feng 62.94

2.42: eseguita la premiazione dei 100 metri

2.33: Ash, Usa, si qualifica per il secondo turno dei 110 hs vincendo in 13″31, davanti a Martinot-Lagarde, Clarke (Gbr), Souza (Brasile)

2.30: due protagoniste annunciate del disco femminile sono spalle al muro. Perkovic e Caballero due nulli nella qualificazione condizionata dalla pioggia

2.27: Douvalidis vince con 14″41 la quarta e penultima batteria dei 110 hs, secondo Allen (Usa), TRaber (Ger) e O’Farrill

2.17: Bascou (Franca) vince la seconda batteria in 13″31 davanti a Pozzi (Gbr), Riley (Giamaica) e De Oliveira (Bra)

2.12: riprende la sessione dopo lo stop per un acquazzone

1.50: cresce l’intensità della pioggia, si ferma la sessione

1.48: lo spagnolo Ortega con 13″32 nonostante qualche pasticcio vince la seconda batteria dei 110 hs sotto il diluvio, secondo Baji (Unghiera), terzo Trajkovic (Cipro), quarto Cabral (Canada)

1.43: pioggia battente sullo stadio olimpico di Rio

1.40: il giamaicano McLeod vince la prima batteria dei 110 hs con 13″28, secondo Porter (Usa), terzo Julmis (Haiti), quarto Hicks (Nigeria). Passano i primi quattro e i quattro migliori tempi

1.39: iniziano le batterie dei 110 hs

1.33: presentazione per la finale dell’asta. I protagonisti: Xue, Balner, Lavillenie, Chiaraviglio, Filippidis, Kudlicka, Pujats, Barber, Da Silva, Sawano, Kendricks, Lisek

1.29: si parte per la sessione notturna. Ora le qualificazioni del disco donne

17.14: il kenyano Koech vince l’ultima batteria dei 400 ostacoli con 48″77 davanti al sudafricano VAn Zyl e all’uruguaiano Silva

17.08: Il giamaicano Whyte con 48″37 vince la penultima batteria dei 400 hs davanti a Green 8Gbr) e Robinson (Usa). Il kenyano Bett, campione del moondo, sbaglia ed esce di gara

16.58: il giapponese Nozawa vince la quarta bateria dei 400 ostacoli con 48″62 davanti a Barr (Irlanda) e Cray (Filippine)

16.54: il norvegese Warholm vince la terza batteria dei 400 ostacoli in 48″49 davanti a Culson (Portorico) e Magi (Estonia).

16.46: ancora una rivoluzione nel martello. La britannica Hitchon si riprende la medaglia di bronzo con 74.54. La cinese Zhang sarò argento e l’oro è per Wlodarczyk (Polonia) che nell’ultimo lancio avvicina solo gli 80 metri (79.60)

16.45: il turco Copello vince la seconda batteria dei 400 ostacoli con 49″72, davanti al portoricano Alejandro e al brasiliano Suguimati

16.43: la tedesca Heidler spara il martello a 73.71 ed è terza. Wlodarczyk con 71.74 fa anche la seconda prestazione al mondo

16.38: Lahoulou vince la prima batteria dei 400 ostacoli uomini con 48″62, secondo il kenyano Tumuti, terzo lo statunitense Clement

16.26: che emozioni nella mattinata brasiliana allo stadio olimpico. Un record del mondo e un secondo crono mondiale all time. Grandissimi risultati!!

16.25: 8’59″77 niente rfecord del mondo ma oro per Jebet (Bahrein), secondo posto per la kenyana Jepkemoi (9’07″12), terzo posto per la statunitense Coburn con 9’07″63

16.24: Jebet a un giro dalla fine sui tempi del record del mondo

16.21: Jebet del Bahrein in fuga verso un altro possibile record del mondo ed un oro sicuro nei 300 siepi donne

16.16: RECORD DEL MONDOOOOOOO!!! Wlodarczyk spara il martello a 82.29 e supera il limite che già le apparteneva!!! Terzo primato mondiale qui a Rio. Spettacolo!!!!

16.14: finale dei 3000 siepi done. Le protagoniste: Schlumpf, Krause, Lacaze, Assefa, Babr, Coburn, Diro, Ghribi, Jepkemoi, Treacy, Quigley, Lalond, Chepkoech, Praught, Frerichs, Jebet, Heiner Mills, Rotich

16.09: Wlodarczyk allunga con 8040. Nettamente in testa davanti alla cinese Zhang (76.19), terza la britannica Hitchon (73.29)

16.05: Kipruto vince la terza batteria dei 3000 siepi con 8’21″40 poi Araptany (Uganda) e Cabral (Usa).

15.56: Wlodarczyk spara il martello a 76.35 e va in testa

15.50: lo statunitense Jager vince la seconda batteria dei 3000 siepi in 8’25″86, davanti a Kipruto e Mekhissi. L’azzurro Bamoussa èp 12mo in 8’42″81

15.48: iniziata la finale del lancio del martello donne

15.47: Evora si qualifica per la finale del triplo con 16″99

15.44: nullo l’ultimo salto di Donato che era anche buono. Eliminato

15.34: lo statunitense Bor vince la prima batteria dei 3000 siepi con 8’25″01, davanti a Elbakkali (Marocco) e Kemboi (Kenya). Staccato Floriani che ha chiuso solo decimo con 8’40″80

15.31: Claye raggiunge gli altri tre atleti già qualificati per la finale del triplo con 17.05. Donato esce dai primi 12 e dunque si dovrà assolutamente milgiorare per puntare alla finale olimpica

15.24: al via la prima batteria dei 3000 siepi e c’è Yuri Floriani per l’Italia. Avanti i primi tre e i migliori sei tempi

15.21: nullo il secondo salto di Donato

15.18: Odiong (Bahrein) vince l’ultima batteria dei 200 con 22″76, seconda Hackett (Trinidad e Tobago). Campbell Brown (Giamaica) invade la corsia e a meno di sorprese sarà squalificata. Era arrivata terza

15.15 Evora con 16.72 scavalca Donato che ora è undicesimo complessivo prima del secondo tentativo

15.13: la statunitense Bowie vince la settima e penultima batteria dei 200 in 22″47, poi l’ivoriana Ahoure (22″52)

15.07: Ivet Lalova Collio vince la settima batteria dei 200 con 22″61 davanti alla australiana Nelson (22″66)

15.03: lo statunitense Taylor co 17.24 piazza la misura da qualificazione. Più o meno a metà gara Donato è sesto nel suo gruppo e decimo complessivamente con 16.54

15.01: con 22″46 la statunitense Stevens vince la sesta batteria dei 200 davanti alla venezuelana Soto (22″89)

14.54: la nigeriana Okagbare vince la quinta batteria dei 200 con 22″71, seconda la britannica Asher Smith

14.50: Fabrizio Donato entra in gara con 16.54 che significa quinto posto parziale

14.48: Ta Lou (Costa d’Avorio) vince la quarta batteria dei 200 con un ottimo 22″31, davanti alla giamaicana Thompson in 22″80

14.47: i cinesi Dong (17.10) e Cao (16.97) superano il limite per la finale (16.95) e sono qualificati nel triplo

14.43: Ahye di Trinidad e Tobago vince la terza batteria con 22″50 davanti alla giamaicana Facey (22″78)

14.35: non buona la prestazione di Hooper che chiude sesta in 23″05. Vince Prandini (Usa) in 22″62, seconda la tedesca Mayer (22″86)

14.31: Schippers vince la prima batteria dei 200 donne in scioltezza: 22″51davanti all’ucraina Pohrebniak

14.27: tra poco al via anche le batterie dei 200 donne con Gloria Hooper al via nella seconda

14.25: allo stadio olimpico di Rio sta per iniziare la sessione mattutina di gare. In avvio ci sono le qualificazioni del salto triplo uomini. Al via Fabrizio Donato che difende il bronzo di Londra

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Lascia un commento

Top