Karate: i talenti azzurri su cui puntare in vista di Tokyo 2020

Karate-Gianluca-De-Vivo.jpg

Come oramai noto, il karate entrerà a far parte del programma olimpico a Tokyo 2020, dove saranno previste le competizioni per quattro categorie di peso maschili ed altrettante femminili. L’Italia, che in questa disciplina ha spesso ottenuto successi sia a livello continentale che mondiale, potrà sfruttare l’occasione per ottenere ulteriori soddisfazioni e rimpinguare il proprio bottino di medaglie.

Se molti dei grandi campioni azzurri probabilmente non arriveranno a Tokyo 2020 per ragioni anagrafiche, fortunatamente l’Italia può contare su un importante quantità di giovani che si sono già distinti con risultati importanti. Considerando i risultati dei recenti Campionati Europei di Montpellier, ad esempio, abbiamo la medaglia d’oro della ventinovenne Sara Cardin e l’argento del veterano Stefano Maniscalco, classe 1982, ma anche Gianluca De Vivo, classe 1992, si è classificato secondo nella propria categoria di peso, la 67 kg. Il salernitano, dunque, è sicuramente un’atleta che potrebbe arrivare a Tokyo all’apice delle sue possibilità.

Tra coloro che potrebbero tentare la partecipazione da veterani ci sono anche il plurititolato Luigi Busà e Nello Maestri, mentre il ventiduenne Luca Maresca, napoletano già campione continentale lo scorso anno è sicuramente un altro atleta che nei prossimi anni potrà togliersi ulteriori soddisfazioni importanti. Tra i giovanissimi, poi, non possiamo dimenticare il campione mondiale cadetti Andrea Arioli, così come le altre tre medagliate dell’ultima rassegna iridata giovanile: Alessandra MangiacapraAlessia Pappapico e soprattutto Silvia Semeraro, che ha già ottenuto diversi podi internazionali tra i senior.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top