Judo, Olimpiadi Rio 2016: Odette Giuffrida punta decisa al podio delle 52 kg

Judo-Odette-Giuffrida.jpg

Nel 2012, la categoria 52 kg regalò all’Italia del judo la medaglia di bronzo olimpica con Rosalba Forciniti. Se la protagonista di Londra si è dedicata nel frattempo al suo mestiere di mamma, la delegazione azzurra potrà comunque puntare su questa divisione di peso grazie alla presenza della romana Odette Giuffrida, che nutre concrete speranze di salire sul podio quest’oggi alle Olimpiadi di Rio 2016.

La ventunenne romana arriva a questa rassegna a cinque cerchi come la miglior italiana – ranking alla mano – tra tutte le categorie del judo, fatto che le ha permesso di ereditare la testa di serie numero otto. Pur non avendo mai ottenuto medaglie ai Mondiali ed agli Europei, dove ha invece collezionato diversi quinti posti, Giuffrida ha conquistato risultati di grande prestigio nelle ultime stagioni, come le due medaglie di bronzo consecutive al World Masters, il torneo riservato alle migliori sedici del mondo. Quest’anno, poi, è arrivata anche la sua prima medaglia d’oro in un torneo di primo livello, il Grand Prix di Tbilisi.

Essendo una delle teste di serie del torneo, Giuffrida avrà la possibilità di saltare il primo turno, partendo direttamente dagli ottavi di finale. Qui troverà subito un’avversaria complicata tra la bielorussa Darya Srkypnik o – più probabilmente – la tedesca Mareen Kräh. Si tratta di due judoka che la romana conosce: contro la bielorussa il bilancio è di 1-1, mentre con la teutonica Giuffrida ha disputato ben cinque incontri, tutti nel 2015. La rivalità con Kräh ha di fatto caratterizzato tutta la scorsa stagione dell’azzurra, e, nonostante il bilancio delle sfide sia di 3-2 per la tedesca, l’azzurra può dire di essersi aggiudicata la sfida più importante in occasione del World Masters di Rabat, in Marocco.

Per quanto riguarda i quarti di finale, Odette sapeva già che sarebbe stata dalla parte della numero uno del seeding, la rumena Andreea Chițu. Anche in questo caso si tratta di un’avversaria molto nota alla giovane romana, visto che si sono affrontate in ben nove occasioni, con la rumena che è in vantaggio per 5-4 negli scontri diretti. Va detto, anche in questo caso, che Giuffrida si è imposta in entrambi i match disputati per il World Masters nel 2014 e nel 2015, ma Chițu ha vinto per ben tre volte in occasione dei Campionati Mondiali. Un eventuale quarto di finale contro questa judoka va comunque preso positivamente, visto che l’azzurra non incontrerà, se non in un’eventuale finale, le due grandi favorite del torneo, la kosovara Majlinda Kelmendi e la giapponese Misato Nakamura.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: EJU

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top