Hockey ghiaccio, Preolimpico Oslo 2016: le avversarie dell’Italia ai raggi X

Hockey-ghiaccio-Italia-2-Carola-Semino.jpg

12 paesi divisi in tre gruppi si giocheranno i tre posti in palio per Pyeongchang 2018. Tra questi c’è anche l’Italia, inserita nel girone di Oslo insieme a Norvegia, Francia e Kazakistan (qui il programma).

Norvegia: il nuovo tecnico dei padroni di casa Petter Thoresen ha deciso di puntare sopratutto su atleti che militano all’estero. Tra questi spicca l’ala destra dei New York Rangers Mats André Zuccarello, in grande spolvero nei due test match vinti nettamente contro l’Austria. I sei gol a partita inflitti ai vicini biancorossi aumentano le quotazioni degli scandinavi, pronti a festeggiare tra le mura amiche la qualificazione numero 12 della loro storia, la terza consecutiva dopo Vancouver e Sochi.

Francia: non ha di certo rubato l’occhio la nazionale transalpina in queste settimane. Al Tre Nazioni di Misk la compagine allenata da Dave Henderson e Pierre Pousse è stata sconfitta pesantemente sia dalla Bielorussia (5-2) che dalla Germania (4-0). Assenti gli infortunati Antoine Roussel e Yohann Auvitu, l’unico giocatore NHL sarà Pierre-Edouard Bellemare (Philadelphia Flyers). Difficile dunque vedere a Pyeongchang 2018 una nazione che nel XXI secolo ha preso parte ai Giochi di Salt Lake City 2002.

Kazakistan: squadra molto simile a quella vista ai Mondiali di maggio con il blocco del Barys Astana (KHL) a farla da padrone. Tra i 26 giocatori chiamati – tre devono essere tagliati entro giovedì – c’è pure il terzino Damir Ryspayev, l’ex Barys che si è reso protagonista di una maxirissa durante un’amichevole contro la squadra cinese del Kunlun Redstars. La KHL ha deciso di squalificare a vita il ragazzo, passato ora nella squadra B Nomad Astana. Per qualificarsi dopo Nagano 1998 e Torino 2006, servirà un’impresa.

Foto: Carola Semino

Lascia un commento

Top