Golf, le Olimpiadi di Rio rilanciano uno sport assente ai Giochi da 112 anni, ma si può migliorare

12316261_10153181604465969_4447484522049565891_n.jpg

Nonostante allarmi, forfait eccellenti in campo maschile, ritiri motivati più o meno specificatamente, il torneo di golf olimpico ha salvato la faccia. Le Olimpiadi di Rio 2016 hanno riaperto le porte ad uno sport assente dai Giochi da ben 112 anni. E’ evidente, come nel caso di tennis ed altri sport, che esistono tornei dal medesimo valore, e dal prestigio addirittura maggiore delle Olimpiadi, ma golfisti e golfiste, con la loro gioia, il loro attaccamento alla bandiera, e le loro giocate, hanno dimostrato che il golf olimpico può e deve restare in vita, senza rischiare di essere accantonato per decenni o addirittura secoli.

Il CIO, che durante le appena concluse Olimpiadi brasiliane ha osservato con attenzione i tornei di golf sul percorso di Barra de Tijuca, dovrà tirare le somme, confermando o meno questo sport in vista di Tokyo 2020. Probabilmente sarà un sì, ma bisogna apportare delle migliorie, a partire dalla formula. Cancellare il taglio si è rivelata un’arma controproducente. Giocatori già lontani dopo il primo round si sono lasciati andare, senza provare un sussulto d’orgoglio, mentre i numerosi appassionati si sono fatti notare a Barra de Tijuca solamente nel giorno utile all’assegnazione delle medaglie. Il pathos del cut avrebbe sicuramente regalato maggior spettacolo, competitività e pubblico a partire dai primi giri.

Altro elemento su cui dibattere è la possibile alternanza stroke play/match play. Lo scontro diretto, con tabellone tennistico anticipato da un classification round, renderebbe l’evento maggiormente televisivo, catalizzando l’attenzione di coloro che non seguono assiduamente le vicende golfistiche.

Infine, non sarebbe una cattiva idea introdurre le prove a squadre, aggiungendo altre 6 medaglie provenienti dal golf al ricco medagliere olimpico. Tokyo 2020 sembra lontana, ma in realtà, con programmazione e voglia di fare, i Giochi nipponici possono già essere dietro l’angolo.

Foto: Official Twitter European Tour

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top