Golf, European Tour: Dredge scavalca tutti nel Made in Denmark. Risale Edoardo Molinari

DredgeTWITTEREUROTOUR.jpg

Prosegue senza soste il Made in Denmark 2016 (montepremi 1,8 milioni di euro), classico appuntamento scandinavo dell’European Tour. Il secondo giro del torneo danese, che si disputa all’interno dell’Himmerland Golf & Spa Resort, ha visto splendido protagonista il gallese Bradley Dredge. Il britannico è stato abile nel concludere il secondo round con un ottimo -5, balzando al comando della leaderboard con lo score complessivo di -13.

Sul par 71 dell’Himmerland Resort lo svedese Joakim Ladergren difende l’onore vichingo attestandosi momentaneamente in seconda piazza con il punteggio di -10. Terzi il belga Thomas Pieters ed il sudafricano Richard Sterne, entrambi a -9. Scorrendo la classifica troviamo in quinta posizione con -8 l’argentino Adrian Otaegui, uno dei più brillanti di giornata, e l’inglese Tom Lewis.

Primo degli azzurri Edoardo Molinari, bravo a recuperare posizioni nel round odierno, concluso con un buon -3 frutto di 7 birdie e 4 bogey. Il torinese occupa il 22° posto con lo score totale di -4. Evita il taglio Renato Paratore, che grazie ad un -1 risale in 62esima piazza, ma è comunque attardato con un +1 complessivo che lo taglia fuori da sogni di gloria.

Inattesa e spiazzante controprestazione di Nino Bertasio. Decimo al termine del round d’esordio, il golfista italiano è incappato in un devastante +6, a causa di 5 bogey, un doppio ed un triplo bogey, contrapposti ad appena 4 birdie. Bertasio termina addirittura il torneo, scivolando nella rete del cut al pari di Francesco Laporta e Nicolò Ravano.

Foto: Official Twitter European Tour

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top