Ginnastica, Olimpiadi Rio 2016 – Tutti i premi e i soldi: ricchissima Mustafina con 3 BMW! Biles domina ma guadagna poco, Wevers tassata e l’Italia…

Biles-Raisman-Mustafina-podio-Rio.jpg

La ginnastica artistica non è uno sport molto remunerativo sotto il profilo economico ma le Olimpiadi di Rio 2016 hanno rappresentato l’occasione giusta per monetizzare gli sforzi.

Le ginnaste che sono salite sul podio hanno immediatamente ottenuto delle cifre interessanti dai rispettivi Comitati Olimpici Nazionali alle quali si aggiungeranno ulteriori cifre provenienti da sponsor, campagne promozionali successivi, comparsate televisive, interviste: una medaglia a cinque cerchi è un’occasione che se sfruttata correttamente ti cambia la vita sotto ogni punto di vita.

 

Aliya Mustafina, grazie alle tre medaglie conquistate ai Giochi Olimpici (oro alle parallele, argento con la squadra, bronzo nel concorso generale), ha guadagnato ben 8,4 milioni di rubli (circa 114mila euro) e soprattutto si è rifatta totalmente il garage visto che avrà in dono addirittura tre automobili BMW (una X6, una X4, una X3). La Zarina tornerà a casa con dei premi da capogiro per la ginnastica artistica e che le permette di battere nettamente tutte le proprie rivali.

 

Simone Biles, infatti, si è messa al collo quattro medaglie d’oro e una di bronzo ma il Comitato Olimpico Statunitense non elargisce ricchi premi: solo 22500 euro per il gradino più alto del podio. Contando i 10000 euro per il bronzo alla trave, la ginnasta più forte di tutti i tempi si arricchirà di soli 100mila euro. L’apoteosi a cinque cerchi garantirà a Simone ben altri introiti dai suoi sponsor ma esulano dal discorso “premi per meriti sportivi”.

Non è di certo andata meglio ad Amy Tinkler, unica britannica capace di salire sul podio a Rio 2016, sconfiggendo tra l’altro la nostra Vanessa Ferrari al corpo libero: la sua Nazione, infatti, non garantisce premi per le medaglie olimpiche! Questa è una scelta particolare effettuata dal governo di Sua Maestà.

Aly Raisman ha vinto tre medaglie (oro con la squadra, argento all-around e argento al corpo libero). La capitana delle Final Five avrà così modo di ritoccare il proprio conto in banca di circa 52mila euro: cifra da non buttare via e a cui, come per la Biles, si aggiungeranno tutti i proventi previsti dai contratti con i vari sponsor.

L’olandese Sanne Wevers, sorprendente Campionessa Olimpica alla trave, percepirà solo 30mila euro ma addirittura il 40% le sarà sottratto in tasse!

 

L’Italia è rimasta a bocca asciutta ma per le ragazze sono comunque previsti dei premi dalla Federginnastica in base ai piazzamenti di ogni singola atleta (cifre non ancora rese pubbliche, ovviamente Vanessa Ferrari percepirà di più rispetto alle altre azzurre).

Per le altre medagliate: 37mila euro a testa per Madison Kocian e Lauren Hernandez (oro con la squadra e un argento a testa con il body degli USA); ben 74 mila euro e due BMW X4 per la russa Maria Paseka (argento con la squadra e al volteggio); 22mila euro per Gabby Douglas (oro a squadre); 37mila euro e una BMW X4 a testa per le russe Angelina Melnikova, Seda Tutkhalyan e Daria Spiridonova (argento con la squadra); 15mila euro a testa per le cinque ginnaste cinesi che hanno vinto il bronzo con la squadra; da comunicare le cifre per i bronzi della svizzera Giulia Steingruber (al volteggio) e Sophie Scheder (alle parallele).

 

stefano.villa@oasport.it

Lascia un commento

Top