Ginnastica, Olimpiadi Rio 2016 – Simone Biles supera l’ostacolo volteggio. Ora la leggenda dei 5 ori è possibile?

Simone-Biles-primo-piano.jpg

Simone Biles marcia spedita verso la leggenda della ginnastica artistica. Probabilmente ci è già entrata a suon di prestazioni mostruose e fuori dal normale ma tra 48 ore anche i numeri potrebbero consacrarla come la più forte di tutti i tempi.

Alla vigilia delle Olimpiadi 2016 il fenomeno della Polvere di Magnesio aveva più volte espresso il suo desiderio di andare a Rio per conquistare cinque medaglie d’oro. Un pokerissimo da leggenda, mai riuscito a nessuna ginnasta in passato. In cuor suo sapeva benissimo che l’en-plein non era possibile, considerando le sue “carenze” sugli staggi: il primo posto alle parallele asimmetriche era l’unico che era disposta a cedere ad altre (sperava probabilmente a una statunitense e non ad Aliya Mustafina).

Temeva tantissimo il volteggio considerando le sconfitte subite agli ultimi due Mondiali. Rispetto alle rassegne iridate di Nanning e Glasgow, dove conquistò comunque un argento e un bronzo, ha sì aggiunto il Cheng come secondo salto ma non era detto che bastasse. Poi quando ha saputo che la Hong avrebbe azzardato il triplo avvitamento… Il peggio è passato: la Hong è caduta, Simone è Campionessa Olimpica anche alla tavola dopo aver dominato il concorso generale individuale e aver trascinato gli USA nella prova a squadre.

Il gran premio della montagna sembra ormai superato, la strada è tutta in discesa. Solo un brivido alla trave. Perché è vero che Simone non cade mai dai 10cm (nell’intero quadriennio non ha mai messo piede a terra) ma l’imprevisto è davvero dietro l’angolo. Con una sbavatura potrebbe approfittarne Lauren Hernandez. Superata anche quella prova allora martedì 16 agosto nessuna la potrà contenere al corpo libero dove si consacrerà definitivamente.

 

Lascia un commento

Top